Una brutta Torres si ferma a Gubbio

I rossoblù si arrendono per 1-0 dopo una prova decisamente sottotono e infarcita di errori. La Carrarese batte il Perugia e si avvicina rimettendo in discussione il secondo posto

Una brutta Torres, disordinata, con poca garra e qualità, interrompe a Gubbio la striscia di otto risultati consecutivi. I sassaresi, privi dello squalificato Giorico e dopo 35 minuti anche dell’infortunato Mastinu, si sono resi protagonisti di una prova opaca e non all’altezza, facendosi superare da un Gubbio cinico e con più voglia, ma certamente non trascendentale. Il gol partita è arrivato dopo un’ora di gioco per merito di Bernardotto che, imbeccato in verticale ha sorpreso in velocità e come purtroppo è spesso accaduto in stagione, la retroguardia rossoblù. Le scelte di Greco non hanno pagato, Masala e Lora in mezzo al campo non sono riusciti a dare l’apporto sperato e l’uscita di Mastinu per infortunio, ha privato la mediana dell’unico giocatore di qualità in grado di dare ordine e verticalità alla squadra. A farne le spese è stato l’attacco, mai rifornito adeguatamente. Se a questo si aggiunge la giornata scorsa dei due esterni Zambataro e Zecca, il risultato difficilmente poteva essere diverso. La contemporanea vittoria della Carrarese sul Perugia ha riportato a -8 i toscani, tenendo aperti i giochi per la conquista della seconda piazza.

La cronaca. Greco mischia un po’ le carte e complice l’assenza di Giorico, opta per un centrocampo dinamico con Lora e Masala. Ruocco e Cester, titolari nelle ultime uscite, partono dalla panchina.

L’avvio è di marca rossoblù, con buona personalità e possesso palla. Interessante il pressing alto proposto nelle prime battute dai sassaresi, quasi a voler intimidire i padroni di casa. Il Gubbio fa fatica a superare la metà campo e a gestire palla. Il centrocampo torresino aggredisce e ruba parecchi palloni, in fase di impostazione i compiti di regia sono affidati principalmente a Mastinu che si abbassa spesso per dare qualità ed imprevedibilità in costruzione, alternandosi con Lora. I primi dieci minuti non riservano tuttavia tiri in porta ed emozioni particolari. E’ Scotto a calciare per la prima volta verso la porta allo scoccare del 12′ minuto ma il suo sinistro è debole e facile preda di Vettorel. Un minuto dopo arriva il primo giallo della serata e ad aggiudicarselo meritatamente è Masala, per un intervento plateale su un avversario. Al quarto d’ora Mastinu imbecca Zambataro che gira alto di destro. Al 18′ si fa vedere timidamente anche la squadra di casa con un destro debole e impreciso dell’ex Olbia Udoh. E’ comunque una fase nella quale gli umbri alzano il baricentro e di si avvicinano maggiormente dalle parti di Zaccagno, con frequenti tentativi di imbucata in verticale per i tagli delle punte che, la difesa rossoblù in qualche maniera e non senza qualche apprensione, riesce a contenere. Al 28′ ci prova dal limite Bernardotto guadagnando un corner che, per fortuna dei rossoblù non da esiti. La partita è equilibrata e con qualche sporadico contatto proibito specialmente sui calci d’angolo. A farne le spese è Mercati raggiungendo Masala nella lista degli ammoniti. Al 35′ si fa male Mastinu, per lui un problema all’inguine in seguito ad un movimento di gioco. Il centrocampista lascia il campo e al suo posto entra Cester. I sassaresi si ritrovano dunque senza i loro due migliori centrocampisti, Giorico e appunto Mastinu. Negli ultimi minuti della frazione la Torres si fa preferire per intraprendenza e presenza nella metà campo avversaria, ma non riesce a creare vere opportunità per sbloccare il risultato che, al riposo resta inchiodato sullo 0-0.

Si riparte senza ulteriori cambi. Dopo due giri di lancette è Fischnaller a liberare il sinistro dalla distanza senza creare problemi a Vettorel. Al 49′ il Gubbio reclama un rigore per un intervento dubbio di Antonelli su Bernardotto. Il primo vero pericolo per la Torres arriva un minuto dopo quando Udoh da buona posizione calcia malissimo. Intanto arriva un giallo anche per Lora e così la Torres si ritrova con due dei suoi centrocampisti ammoniti. Nel frattempo Udoh continua a tuffarsi cercando platealmente e anche abbastanza goffamente di guadagnarsi calci di punizione. In generale alla manovra della Torres manca qualità e le azioni pulite si contano veramente sulla punta delle dita di una mano. In questo senso anche il campo in non buone condizioni fa la sua parte. Al 55′ Scotto impegna severamente dalla distanza il portiere umbro che respinge. Dopo dieci minuti, saggiamente Greco richiama in panchina i due ammoniti, gettando nella mischia Nunziatini e Ruocco che sulla carta come caratteristiche vanno ad alzare il tasso tecnico. Anche Braglia cambia, inserendo Bumbu. Al 61′ il Gubbio la sblocca nel momento migliore dei sassaresi: La retroguardia rossoblù si fa infilare in velocità, Bernardotto si invola e di destro calcia battendo Zaccagno. I numeri sono impietosi, i gol subiti dalla Torres sulle ripartenze non si contano più. I rossoblù provano a replicare con la fucilata da fuori di Nunziatini che, seppur di poco, non inquadra lo specchio. Al 72′ il colpo di testa di Scotto su angolo battuto da Ruocco è debole e centrale. La Torres opera il massimo sforzo nel tentativo di trovare il pareggio, ma la lucidità, la convinzione e la determinazione non sono quelle dei giorni migliori. Greco esaurisce i cambi a disposizione inserendo Diakitè e Liviero al posto degli opachi Zambataro e Fischnaller ma il risultato non cambia e la Torres torna a casa a mani vuote.

 

Gubbio – Torres 1-0

Reti: 61′ Bernardotto

Gubbio: Vettorel, Mercadante, Mercati (74′ Corsinelli), Di Massimo, Rosaia, Udoh (80′ Desogus), Signorini, Chierico (60′ Bumbu), Morelli (80′ Brambilla), Pirrello, Bernardotto. A disposizione: Greco, Tozzuolo, Dimarco. All. Piero Braglia

Torres: Zaccagno 6, Dametto 6, Masala 5 (56′ Nunziatini 5,5), Scotto 5,5, Idda 5,5, Fischnaller 5 (74′ Diakitè sv), Mastinu 5,5 (37′ Cester 5,5), Antonelli 6, Lora 5 (56′ Ruocco), Zambataro 5,5 (74′ Liviero sv), Zecca 5,5. A disposizione: Garau, Rosi, Pinna, Kujabi, Goglino, Siniega, Verduci. All. Alfonso Greco 5,5

Arbitro: Mattia Ubaldi di Roma 1

Ammoniti: Masala, Mercati, Lora, Dametto, Idda

Aldo Gallizzi

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio