Sanna propone un confronto pubblico con gli altri candidati sindaci

E replica a Lucchi: «Non siamo qui a fare sfide, a tirare di spada o di fioretto». Per il centro storico un fondo immobiliare ad hoc

NicolaSanna5Sassari. «Non siamo qui a fare sfide, a tirare di spada o di fioretto. Per i cittadini e le cittadine di Sassari, sono disponibile a un confronto pubblico, aperto però alla partecipazione contemporanea di tutti i sei candidati sindaci per la città». A dirlo è Nicola Sanna, candidato sindaco del centrosinistra, che risponde al candidato per il centro Nicola Lucchi. «Ho stima di Nicola Lucchi, al quale faccio i migliori auguri per questa campagna elettorale, ma non vorrei che chiedendo di confrontarsi soltanto con me si trovasse nella condizione di vivere di luce riflessa».

Lucchi sfida Sanna

PiazzaTolaUn fondo immobiliare ad hoc per i centri storici. «Propongo all’assessore regionale dei Lavori pubblici, Paolo Maninchedda, la creazione di un fondo immobiliare ad hoc per i centri storici delle città che potrà consentire di raccogliere le proprietà dei vecchi edifici del centro storico sassarese. I proprietari cederanno al fondo la proprietà, riceveranno dallo stesso una cedola semestrale o annuale, per 10, 15 o 20 anni, quale la rendita del capitale versato, mentre lo stesso fondo si occuperà delle ristrutturazioni degli immobili i quali saranno affittati o rivenduti a studenti universitari, giovani coppie che vorranno risiedere in queste aree. È questa una valida soluzione per la rivalutazione dei centri storici che, in questo modo, potranno tornare a essere il fulcro della vita e dell’attività economica». Lo ha detto il candidato sindaco per il centrosinistra Nicola Sanna nell’incontro svolto nei giorni scorsi in piazza Tola dove ha dialogato con il docente dell’Iuav di Venezia Francesco Gastaldi e l’architetto Sandro Roggio.

Gli incontri dei prossimi giorni. Lunedì 12 maggio, dalle 9 alle 10 sarà nei locali di Argea in viale Adua, quindi dalle 11 alle 11,30 all’Atp per la presentazione delle nuove modalità di bigliettazione, dalle 12 alle 13,30 al mercatino di piazzale Segni. Nel pomeriggio alle 16 incontrerà gli operatori dell’associazione Talamacà e alle 18 parteciperà alla presentazione della lista del Centro democratico al Grazia Deledda, alle 19,30 incontro con i cittadini della borgata di San Giovanni nei locali della parrocchia;

martedì 13 maggio alle 9 inizierà il tour per le borgate: Argentiera, Palmadula, La Corte, Campanedda, Tottubella, Villa Assunta. Alle 16 incontrerà gli operatori dell’associazione Up&Down e alle 19 terrà un incontro con i cittadini di santa Maria di Pisa nella chiesa santa Maria bambina;

mercoledì 14 maggio alle 10 incontrerà gli operatori della cooperativa sociale Il Sogno a San Giorgio;

giovedì 15 maggio dalle 7 alle 9 sarà con gli operatori del mercato all’ingrosso, alle 10 prenderà il via il tour per le borgate di Bancali, La Landrigga e Caniga. Alle 17 invece sarà in città per una “passeggiata” nelle vie dei Gremi e delle Conce. Alle 18 avrà un incontro con Confapi e alle 19,15 avrà un incontro con il comitato di quartiere di Sant’Orsola;

venerdì 16 maggio alle 10 l’attesa passeggiata per il centro storico cittadino. Nel pomeriggio dalle 17 sono previsti una serie di incontri con comitati civici beni comuni nella sede WWF di viale San Pietro, con l’Auser a Li Punti e alle 18,30 con l’ultimo appuntamento con le tavole rotonde aperte in piazza Tola: l’argomento portante sarà la Cultura e se ne discuterà con l’assessore regionale Claudia Firino;

sabato 17 maggio alle ore 15 parteciperà alla diretta streaming organizzata dal quotidiano La Nuova Sardegna, quindi sarà al centro per le manifestazioni che precedono la Cavalcata;

domenica 18 maggio dalle 10 sarà all’Emiciclo Garibaldi per la Cavalcata sarda e nel pomeriggio, alle ore 16, parteciperà a un incontro sui consorzi per le strade vicinali.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio