Premio Nazionale dell’Innovazione il 4 e 5 dicembre a Sassari

Competizione tra le 58 migliori idee d’impresa innovativa. Costituisce la fase finale della Start Cup business plan competition a cui partecipano 49 università italiane

 

 

InnovazionePremioVolantinoSassari. È in programma a Sassari i prossimi 4 e 5 dicembre la XII edizione del PNI-Premio Nazionale per l’Innovazione, un evento unico non solo per l’Università, ma per la città che sarà interamente coinvolta nella finale nazionale della Start Cup, competizione tra le migliori idee d’impresa innovativa. Ai vincitori saranno assegnati premi per complessivi per 100mila euro. L’importante evento è stato presentato venerdì mattina nella Sala Milella del Rettorato dal rettore Massimo Carpinelli, insieme al Delegato al Trasferimento Tecnologico dell’Ateneo Mario Sechi, al sindaco di Sassari Nicola Sanna, al presidente della Camera di Commercio Gavino Sini, al presidente della Confindustria Nord Sardegna Pier Luigi Pinna e al responsabile dell’Ufficio Trasferimento Tecnologico dell’Università di Sassari Francesco Meloni.

InnovazioneMassimoCarpinelli
Il rettore Massimo Carpinelli

«Sarà una manifestazione di altissimo livello. Il motore dell’economia sta nelle idee e l’università deve necessariamente avere un contatto diretto con il mondo dell’impresa. La cultura è fondamentale ma può crescere solo se c’è un contatto forte con l’impresa, creando un network forte e propositivo», ha detto il rettore Carpinelli. «Il trasferimento tecnologico mi piace ma mi piace ancora più il trasferimento della conoscenza. Abbiamo invitato tutte le scuole superiori del Nord Sardegna. Bisogna creare un ponte unico tra studenti delle superiori, l’università ed il mondo del lavoro».

InnovazioneConfstampa1Il Premio vede coinvolte anche le ambasciate di Francia e Regno Unito, per aprire una rete di contatti a livello internazionale. «Per chi sta partecipando si tratterà di una vetrina importantissima. C’è una serie di contatti e di network anche a livello internazionale», ha detto Francesco Meloni, responsabile dell’Ufficio Trasferimento Tecnologico dell’Università di Sassari. «Il fatturato iniziale delle imprese che poi riescono a sopravvivere è molto ridotto, quello medio è intorno ai 200mila euro, con due che superano i due milioni di euro. Nel territorio siamo riusciti a fare costituire 12 società fino allo anno scorso. Il messaggio che vogliamo dare è che chi vuole fare impresa ci può contattare. Abbiamo inaugurato un incubatore di impresa e possiamo portare alla fase di business plan, dando tutto il nostro il supporto». «Il contributo che il Comune riesce a dare per la Start up ci consente di dare il giusto sostegno ai giovani che vogliono presentare le idee innovative. Idee che nel passato hanno avuto il giusto riconoscimento e che adesso ci auguriamo possano avere la stesso successo, perché tra i partecipanti siamo convinti di avere menti di alto profilo», ha detto il sindaco Nicola Sanna, che ha anche annunciato che in occasione dell’evento al Palazzo della Frumentaria sarà presentato un progetto esecutivo innovativo del Comune di Sassari: le piste ciclabili, via della cultura e della scienza.

A Sassari piste ciclabili come via della cultura e della scienza

InnovazioneConfstampa2
Francesco Meloni con il rettore Carpinelli

Il Premio Nazionale per l’Innovazione, nato nel 2005, è organizzato dall’Ateneo di Sassari e dall’associazione PNICube e costituisce la fase finale della Start Cup, una business plan competition a cui partecipano 49 università italiane, il Centro Nazionale delle Ricerche e l’Enea (agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico e sostenibile). La Start Cup si è articolata attraverso una fase locale interna alle singole università, una fase regionale, che mette a confronto le migliori idee selezionate dagli Atenei del territorio, e ora con una finale nazionale, il PNI, per la prima volta a Sassari.

La collaborazione con Comune di Sassari, Camera di Commercio e Confindustria del Nord Sardegna ha permesso a PNI di diventare il fulcro di una ricca serie di iniziative anche per non addetti ai lavori: oltre all’esposizione delle idee e alla cerimonia di premiazione, con le presentazioni (pitch) dei finalisti e il concerto di Paolo Fresu, si prevedono seminari, workshop e numerose altre proposte che permetteranno di conoscere meglio la città di Sassari, la sua cultura e le sue tradizioni. I luoghi prescelti per la manifestazione sono il palazzo della Frumentaria e il Teatro Verdi. Alla Frumentaria, in via delle Muraglie, si comincia giovedì 4 dicembre alle 15 con l’inaugurazione del Premio Nazionale per l’Innovazione. Interverranno il rettore dell’Università di Sassari Massimo Carpinelli, il sindaco Nicola Sanna, l’ex ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Francesco Profumo, presidente di IREN s.p.a., e il presidente dell’associazione PNICube Marco Cantamessa. Al primo piano della Frumentaria, fino alle 19 del 4 dicembre e tra le 9 e le 13,30 del 5 dicembre, sarà possibile visitare l’EXPO dell’Innovazione, un’esposizione dei 58 progetti d’impresa che si sono distinti nelle 15 Start Cup regionali, divisi nei quattro settori di riferimento: 19 Life Sciences; 17 Industrial; 12 ICT; 10 Agrifood Cleantech. Contemporaneamente, al piano terra dello spazio museale, si susseguiranno eventi collaterali aperti a imprese, professionisti, studenti e associazioni. Sempre giovedì alle 16,30 è in programma l’incontro “Dal west al web” di e con Roberto Bonzio, giornalista autore del progetto “Italiani di frontiera” che svela attraverso storie e interviste il particolare talento degli italiani nel campo dell’innovazione. L’iniziativa è curata da Confindustria del Nord Sardegna.

Venerdì 5 dicembre dalle 9 alle 11, sempre alla Frumentaria, il Comune di Sassari presenterà la propria smart vision per lo sviluppo urbano con un workshop intitolato Le vie della scienza e della cultura, durante il quale sarà illustrato anche il progetto esecutivo di un primo gruppo di interventi, denominato Il bello della bicicletta-Le vie delle Università. A seguire, dalle 11,30 alle 13,30, la Camera di Commercio del Nord Sardegna proporrà il seminario Smart funding. Finanziamo l’innovazione, occasione per presentare le opportunità di finanziamento regionali, nazionali e comunitarie. Alle 14,30 la manifestazione prosegue in via Politeama al Teatro Verdi, dove il Talento Imprenditoriale sarà argomento di discussione di una tavola rotonda, promossa dall’Università di Sassari e dall’Associazione PNICube. Modererà e presenterà Riccardo Luna, giornalista de “la Repubblica”, direttore di Che Futuro! e Digital Champion italiano per l’Unione Europea, carica istituita dall’UE nel 2012. È stato invitato a partecipare anche il presidente della Regione Sardegna, Francesco Pigliaru.

Alle 15,30, sempre con la regia di Riccardo Luna, i 16 gruppi finalisti presenteranno le proprie idee d’impresa attraverso gli Elevator Pitch (4 minuti esatti per convincere gli investitori) e, di seguito, mentre la giuria composta da esperti del mondo imprenditoriale, finanziario e accademico sarà riunita per decidere, verranno assegnati i premi speciali degli sponsor e degli enti patrocinatori.

Il primo classificato di ciascuna delle quattro categorie in concorso (Life Sciences, Agrifood Cleantech, Industrial e ICT) riceverà un premio pari a 25.000 euro e tra i quattro vincitori di categoria sarà scelto il vincitore assoluto del Premio Nazionale per l’Innovazione 2014. La serata si concluderà con il concerto di Paolo Fresu e Devil Quartet. La Coppa dei Campioni PNI sarà assegnata all’università o ente di ricerca collegato alla competizione locale di provenienza del gruppo che ha ottenuto la vittoria del Premio Nazionale per l’Innovazione. La Coppa valorizza le sinergie tra mondo dell’università e della ricerca pubblica e sistema imprenditoriale, per la costruzione di un ponte stabile a sostegno della nascita di nuove imprese ad alto contenuto tecnologico. L’ateneo assegnatario della Coppa dei Campioni potrà trattenerla per un anno fino alla successiva edizione di PNI.

Tutte le idee in gara sono illustrate nel dettaglio sul sito internet dedicato al PNI, www.pnisassari.it (http://www.pnisassari.it/idee-in-gara-PNI-2014.php?link=fin).

Le università sarde porteranno al Premio Nazionale dell’Innovazione le quattro idee che si sono classificate ai primi posti della Start Cup Sardegna:
1° posto: Lifely (Università di Sassari). Il gruppo presenta WiPot, un servizio web che permette di interagire con gli oggetti. Potrebbe accadere allora che le piante diventino social e dialoghino con il proprietario a distanza dicendo, per esempio, come stanno o mandando le previsioni meteo.
2° posto: Deep Fisher (Università di Cagliari). Individua minacce informatiche e tentativi di frode attraverso I’analisi del “deep web”, la parte del web non indicizzata dai tradizionali motori di ricerca e attualmente non monitorata dagli strumenti di difesa.
3° posto: SEA ME (Università di Sassari). Un’idea di eco-turismo partecipativo abbinato alla ricerca scientifica, che offre esperienze appassionanti di interazione con il mondo della ricerca in campo marino e dei cetacei in particolare.
4° posto: FasTrial (Università di Sassari). Una piattaforma web che propone servizi di intermediazione tra il centro di ricerca, le industrie farmaceutiche e i medici sul territorio per velocizzare i trial clinici.

È disponibile la App gratuita per smartphone “PNI Sassari” completamente dedicata a PNI, che aiuterà i visitatori a vivere la città durante il Premio Nazionale dell’Innovazione, senza perdere nemmeno uno dei numerosi appuntamenti in programma. Per ospitare al meglio i visitatori del Premio Nazionale per l’Innovazione, la città ha organizzato per venerdì 5 e sabato 6 dicembre il Weekend dei gusti, manifestazione enogastronomica dedicata ai prodotti tipici del territorio.

PNI Sassari 2014 è su internet, all’indirizzo www.pnisassari.it, su Facebook, www.facebook.com/pnisassari e su Youtube nel canale “PNI Sassari”. È attivo inoltre il canale Instagram @pni_sassari e l’hashtag twitter.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio