Concluso ad Alghero l’Acli camp su Intelligenza Artificiale e imprenditoria giovanile

L’iniziativa è stata organizzata dalle Acli della Sardegna insieme alle Acli di Sassari

Alghero. Si è concluso il camp “La sfida dell’intelligenza artificiale per l’imprenditoria giovanile” organizzato dalle Acli della Sardegna insieme alle Acli di Sassari che si è svolto dal 26 al 28 ottobre all’Hotel Catalunya di Alghero. Si è trattato di tre giorni intensi e coinvolgenti di formazione mirata, pensati per i giovani tra i 18 e i 30 anni, con l’obiettivo di esplorare il ruolo cruciale che l’intelligenza artificiale gioca in vari ambiti.

È stata una occasione pensata per 50 giovani della Sardegna per approfondire i temi dell’intelligenza artificiale e dell’imprenditoria giovanile. «L’obiettivo era offrire ai partecipanti un’esperienza formativa di alto livello, con un focus su paure e opportunità offerte dalla IA con esperti del settore», racconta il presidente regionale Mauro Carta.

Concetto puntualizzato da Salvatore Sanna, presidente delle Acli provinciali di Sassari: «L’IA offre straordinarie opportunità per migliorare molteplici aspetti della nostra società, ma le paure associate non possono essere ignorate. È cruciale regolamentare l’uso dell’IA in modo etico e garantire che sia a servizio dell’umanità; l’equilibrio tra opportunità e paure sarà determinante per plasmare il futuro dell’IA».

È stata una iniziativa che si inserisce nell’ambito del progetto “Il welfare sardo nell’epoca della consapevolezza pandemica”, cofinanziato dalla Fondazione di Sardegna.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio