Archivio Unico Centralizzato alla Asl di Sassari

On demand le cartelle cliniche. Anche l’Archivio Storico, con documenti e volumi datati 1509-1973, verrà digitalizzato e trasferito a Rizzeddu

ArchivioUnicoCentralizzatoAslSasssariSassari. La Asl di Sassari ha un nuovo Archivio Unico Centralizzato. Dopo un anno e mezzo di raccolta e catalogazione, la documentazione amministrativa e sanitaria prodotta dal 1972 al 2012 da ospedali, ambulatori e strutture amministrative dell’Azienda Sanitaria Locale è stata trasferita a San Giovani nell’ex Consorzio Agrario, un edificio ristrutturato e dotato di tutte le misure antincendio e di sicurezza previste dalla normativa. 6.300 metri lineari di scaffali dove cartelle cliniche, provvedimenti amministrativi, libri contabili, solo per fare un esempio, sono stati mappati e censiti da due archivisti, Marianna Pinna e Mauro Fiori, pronti a passare alla seconda fase del progetto che prevede la digitalizzazione on demand.

«Un importante passo avanti in termini di efficienza e innovazione», ha detto soddisfatto il direttore generale Marcello Giannico che giovedì mattina ha visitato l’Archivio Unico Centralizzato accompagnato dal responsabile del Servizio Affari Generali Alessandro Frulio e dal direttore dell’Ospedale Santissima Annunziata Bruno Contu.

Presenti oltre alla stampa, anche il proprietario dell’immobile ingegner Franco Ruggeri e Claudio Tomazzoli responsabile dell’Agiletec, l’azienda di Cagliari produttrice del software.

«Due anni fa in questi locali c’era un deposito disordinato e inaccessibile», ha ricordato Giannico. «Oggi la Asl di Sassari può vantare di un archivio moderno, nonché modello per altre aziende sanitarie della Sardegna, dove la salvaguardia del patrimonio archivistico aziendale è garantita». Grazie al nuovo sistema archivistico ottenere copia dei documenti amministrativi e delle cartelle cliniche datate sarà più agevole e veloce. L’Azienda Sanitaria sarà in grado di offrire un servizio tecnologicamente più avanzato. «Grazie alla piattaforma informatica potremo gestire on demand tutte le richieste provenienti dalle strutture ospedaliere e amministrative e dall’Ufficio Relazioni con il Pubblico», ha spiegato il responsabile del Servizio Affari Generali Alessandro Frulio che ha curato personalmente il progetto insieme al responsabile del Servizio Sistemi Informativi Piergiorgio Annicchiarico. «La realizzazione dell’Archivio Centralizzato delle Cartelle Cliniche, appartenenti ai Presidi Ospedalieri della Asl ha consentito di eliminare i tanti piccoli archivi decentrati e di migliorare la gestione degli spazi all’interno dei reparti», ha dichiarato il responsabile del Servizio Affari Generali.

Anche l’Archivio Storico verrà digitalizzato. La Soprintendenza ha dato l’autorizzazione e indicato le prescrizioni per il trasferimento dei documenti e dei volumi datati 1509-1973 nei nuovi locali della Palazzina H di Rizzeddu e presto anch’essi potranno essere inventariati e digitalizzati. Il progetto di valorizzazione dell’Archivio Storico della Asl di Sassari vede anche la collaborazione della Fondazione Banco di Sardegna che ha concesso un contributo di 20mila euro. Una volta concluso il processo di informatizzazione, la documentazione storica potrà essere visionata semplicemente accedendo ad una apposita piattaforma che la Asl di Sassari ha in programma di attivare sul proprio sito web aziendale.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio