Trapianto di organi, l’Areus attiva il primo volo extra regione

I chirurghi del “Brotzu” di Cagliari hanno raggiunto in tempo utile l'Ospedale Maggiore di Bologna

Cagliari. Dal 1° settembre scorso, nell’ambito dei compiti affidati dalla Regione Sardegna, l’Azienda Regionale per l’Emergenza e Urgenza (Areus) ha iniziato l’attività di coordinamento logistico dei trasporti per il trapianto di organi.

L’attivazione degli aerei privati in convenzione con Areus avviene in tutti i casi in cui un paziente residente in Sardegna debba raggiungere tempestivamente un ospedale extra regione per un intervento di trapianto o in quelli in cui l’equipe chirurgica di un ospedale regionale, debba prelevare organi in altre regioni italiane per eseguire successivamente il trapianto nei pazienti ricoverati in Sardegna.

Il coordinamento dei voli su ala fissa impiegati per le attività trapiantologiche extra regione è stato affidato alla Centrale Operativa (Co) del 118 di Cagliari.

È di questa notte la prima attivazione del servizio che, grazie alla stretta collaborazione tra i medici del Crt (Centro regionale trapianti) e quelli della Co 118 di Areus, ha consentito ai chirurghi dell’Azienda di rilievo nazionale (Arnas) “Brotzu” di Cagliari di raggiungere in tempo utile l’Ospedale Maggiore di Bologna e di fare rientro in mattinata all’aeroporto di Elmas. L’organo prelevato è stato trapiantato questa mattina ad un paziente sardo.

La direzione generale dell’Azienda per l’Emergenza Urgenza si congratula con gli operatori i medici della Centrale Operativa 118 di Cagliari e del Centro Regionale Trapianti e dell’Arnas “Brotzu” per la grande professionalità dimostrata in questa nuova sinergia tra aziende del Sistema Sanitario Regionale.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio