Tagli agli uffici della polizia, preoccupazione tra gli amministratori locali

Il sindaco di Sassari Nicola Sanna scrive al ministro dell’Interno Angelino Alfano. «È necessario rivedere il piano di razionalizzazione. No alla soppressione della sezione di polizia postale a Sassari»

 

NicolaSanna3Sassari. «È necessario che il Ministero riveda il piano di riorganizzazione delle risorse e di razionalizzazione degli organici delle forze di polizia e di pubblica sicurezza». È l’appello del sindaco di Sassari Nicola Sanna al ministro degli Interno Angelino Alfano e ai deputati e senatori sardi alla luce dell’ipotesi che, a causa della spending review, vedrebbe la riorganizzazione radicale dei presidi della Polizia di Stato. A livello nazionale, secondo quanto hanno riportato anche da numerosi organi di informazione, si parla della chiusura di 267 uffici periferici della polizia, tra cui, nello specifico, la soppressione di 73 sezioni provinciali della polizia postale. Sassari non uscirebbe indenne da questa riorganizzazione.

Dai dati comunicati al primo cittadino sassarese, in provincia a rischio taglio ci sarebbero la sezione della polizia postale di Sassari, la squadra nautica di Porto Torres, il posto di polizia ferroviaria di Chilivani e la scuola aperta per i servizi di polizia a cavallo delle forze di polizia a ordinamento civile. A questo si aggiunga che la sottosezione della polizia ferroviaria di Sassari sarebbe declassata a posto di polizia.

«La soppressione degli uffici di polizia – afferma il primo cittadino che ha scritto una lettera al ministro Alfano – il comparto sicurezza andrebbe notevolmente impoverirsi nel territorio, con tutto quello che potrebbe scaturire.

«La soppressione della sezione della polizia postale a Sassari, poi, che ha il compito di vigilare e reprimere fenomeni come le truffe e gli attacchi informatici, la pedo-pornografia on line, la clonazioni di carte di credito e anche i reati di stalking, aprirebbe il campo a numerose problematiche. In particolare – prosegue Nicola Sanna – perché si tratta di reati che toccano alcune fasce deboli della nostra società, tra questi gli adolescenti che rischiano di essere coinvolti in situazioni di difficile gestione».

Il sindaco infine esprime preoccupazione anche per la ventilata soppressione della squadra nautica di stanza a Porto Torres, del posto di polizia ferroviaria di Chilivani oltre al declassamento di quello di Sassari in posto di polizia.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio