Si riunisce la Conferenza Socio-sanitaria della Asl di Sassari

Illustrato ai sindaci il piano di riorganizzazione e riqualificazione dei servizi sanitari nel territorio dell’Azienda Sanitaria

 

SussarelluConferenzaSocioSanitariaSassari. Si è svolta questa mattina al Palazzo della Provincia la prima riunione della Conferenza territoriale socio-sanitaria convocata dal commissario straordinario della Asl di Sassari Agostino Sussarellu come previsto dalla legge regionale n. 23 del 17 novembre 2014 “Norme urgenti per la riforma del sistema sanitario regionale”.

Sussarellu, accompagnato dal direttore sanitario Serenella Zedda e dal direttore amministrativo Andrea Marras, ha illustrato ai sindaci presenti il piano di riorganizzazione e riqualificazione dei servizi sanitari previsto dal progetto di scorporo dell’Ospedale Civile Santissima Annunziata e la futura riconversione della struttura della Asl di Sassari. Mentre nel capoluogo si assisterà alla nascita di un unico polo ospedaliero universitario deputato alla degenza e alla ricerca e gestito dall’Aou, nel territorio si prevede il potenziamento di tutti i servizi che la Asl già oggi rivolge all’utenza esterna attraverso le sedi di Sassari (via Monte Grappa, via Tempio, San Camillo, ex Conti) e nei poliambulatori di Castelsardo, Nulvi, Perfugas, Porto Torres, Sorso, Alghero, Bonorva, Ittiri, Thiesi, Ozieri e Bono.

Al ventaglio delle prestazioni ospedaliere e ambulatoriali offerte, secondo quanto illustrato da Sussarellu, si aggiungeranno quelle relative ai servizi di Diabetologia, Dialisi territoriale per i pazienti cronici, Dermatologia, Centro Coagulazione e Patologia respiratoria che verranno scorporati dall’ambito ospedaliero e per i quali si prevede di realizzare sinergie con gli specialisti ambulatoriali, i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta.

Agostino Sussarellu
Agostino Sussarellu

Per quanto riguarda il Laboratorio di Patologia Clinica di Palazzo Rosa, parte delle attività svolte verranno integrate in quelle dell’Aou, mentre le restanti andranno a realizzare sinergie con il laboratorio di Base di via Zanfarino a cui verrà conferita tutta l’attività dei punti prelievo.

Il piano illustrato dal commissario Sussarellu prevede, inoltre, che l’Unità di Riabilitazione e Recupero funzionale conservi l’attività intra-ospedaliera. Continuerà ad essere effettuata presso la struttura del Conti quella rivolta agli utenti esterni.

Altro capitolo quello relativo al 118 che, come previsto, confluirà nella nuova azienda AREUS. Tra le novità portate all’attenzione dei primi cittadini del territorio dal commissario straordinario anche quella relativa alla costituzione della nuova Conferenza territoriale socio sanitaria, la quale dovrà eleggere in seguito tra i suoi componenti un presidente e un ufficio di presidenza.

I sindaci hanno espresso apprezzamento per l’iniziativa intrapresa dalla nuova amministrazione della Asl di Sassari. I rappresentanti degli enti locali, preso atto del grande lavoro di verifica messo in campo dal commissario Sussarellu per fare fronte alle emergenze strutturali e assistenziali persistenti nella azienda sanitaria e pur condividendo le azioni della Azienda Sanitaria Locale hanno voluto manifestare il proprio rammarico e un forte dissenso nei confronti dell’attuale Giunta regionale. Le Amministrazioni comunali sollecitano, infatti, il riordino degli enti locali e il riassetto degli ambiti territoriali per i quali chiedono di essere coinvolti perché direttamente interessati, prima di discutere qualsiasi piano di riorganizzazione della sanità nel territorio di Sassari.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio