Rizzu: «L’Amministrazione Campus ha fallito»

Flop del Capodanno 2022, centro storico e bocciatura delle F4. «E il silenzio, assordante, della maggioranza durante i dibattiti consiliari»

Massimo Rizzu (Sassari Civica)

Sassari. «I cittadini valutino attentamente i fatti: l’Amministrazione Campus ha fallito su diversi temi, cruciali e importanti». Il consigliere comunale Massimo Rizzu, capogruppo e coordinatore di Sassari Civica, boccia la Giunta ed elenca tutti gli errori e “le lacune” di quasi cinque anni di governo della città. Eletto nella coalizione vincitrice delle elezioni del 2019, Rizzu se ne è gradualmente allontanato, fino alla rottura ormai insanabile.

«Dopo oltre quattro anni dall’insediamento dell’Amministrazione Campus è necessario e doveroso precisare i clamorosi fallimenti su diversi temi, cruciali e importanti per il futuro della seconda città della Sardegna», dichiara Massimo Rizzu. «Anzitutto la totale incompetenza nella programmazione rispetto al tema dei grandi eventi e della promozione turistica, i cui fatti, non certo lontani, mi portano a ricordare il flop del Capodanno 2022 con i, fin troppo noti e fallimentari, balli di gruppo, peraltro oggetto di formale verifica espletata dagli Uffici competenti per via dell’inosservanza e disapplicazione di alcune prestazioni indicate in sede di offerta al momento della partecipazione al bando. Fatto di non poco conto, soprattutto quando si parla di danaro pubblico – inizia il capogruppo di Sassari Civica –. Per non parlare, poi, delle tante lacune in termini di riqualificazione del Centro Storico come, per esempio, la totale assenza programmatoria degli interventi su Corte Larga, sui cui insistono gravi disagi, soprattutto durante le forti piogge. Proseguendo con l’assenza di un adeguato sistema di video-sorveglianza nelle vie più interne, oggetto di episodi quali aggressioni, danneggiamenti, comportamenti contrari al decoro. Per arrivare fino all’assenza, totale, di manutenzione e salvaguardia del patrimonio storico e architettonico (come l’abitazione di Azuni, la fontana di Corte Larga, il portale di via al Rosello, il giardino di largo Monache Cappuccine, il locale della Frumentaria e via discorrendo».

«Ultimo, ma non per importanza, il tema urbanistico delle cosiddette “zone F4” e la recente bocciatura, peraltro annunciata dallo scrivente in sede di dibattito consiliare e i tanti, troppi, conflitti che hanno portato a innumerevoli ricorsi; rinunciando alla c.d. “urbanistica contrattata”, per proseguire, l’inosservanza delle proposte avanzate da Sassari Civica e dalle altre forze di minoranza presenti in Consiglio».

«In conclusione – fa notare Rizzu –, occorre rimarcare, ad onor del vero, il silenzio, assordante, della maggioranza durante i dibattiti consiliari, spesso affidati (a posteriori) a meri e sterili post sui social, con l’intento di comunicare finte azioni propositive e di capacità politica nell’analisi delle tante problematiche del nostro comune. Proprio per ciò, come gruppo consiliare, rimarchiamo la necessità di stimolare la cittadinanza a una attenta valutazione dei fatti, soprattutto in vista delle, quasi prossime, elezioni amministrative».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio