Nuova gestione al Cinema Moderno di Sassari

Alessandro Murtas, insieme ad una cordata di imprenditori culturali sardi e non, succede alla storica gestione Guarino. Lo slogan “Il Moderno si fa in quattro”

 

 

CinemaModernoSassari. «È il primo passo della rivoluzione». Si presenta così Alessandro Murtas, nuovo gestore del Cinema Moderno di Sassari insieme ad una cordata di imprenditori culturali sardi e non. Ha entusiasmo e tanta voglia di fare nel cominciare questa nuova avventura, anche a dispetto della crisi che a Sassari ha colpito duramente tutti i settori e che costringe la gente a “tagliare” anche e soprattutto svaghi e divertimenti. Ma i cambiamenti spesso scuotono dalla routine e portano curiosità: l’entusiasmo, si sa, è contagioso ed è su una serie di importanti innovazioni che punta l’esercente cagliaritano per attirare il pubblico al Moderno.

Per caratterizzare i suoi primi passi da successore della storica gestione Guarino, Murtas ha scelto uno slogan che riassume le prime novità introdotte nella sala di viale Umberto: “Il Moderno si fa in quattro”. Quattro come gli spettacoli programmati nel fine settimana e quattro gli euro per il biglietto del primo spettacolo, quello pomeridiano, tutti i giorni. Ma andiamo con ordine.

«Durante la settimana ci saranno come minimo tre spettacoli al giorno», svela Murtas. «Dico minimo perché l’inserimento di un quarto spettacolo dipende dalla lunghezza dei film e da quanto tempo è necessario per le operazioni di ingresso e di uscita del pubblico dalla sala». In questa nuova organizzazione si inserisce la prima notizia: il cinema Moderno sarà aperto sempre, sette giorni su sette. Il primo spettacolo, come si diceva, avrà sempre un costo ridotto di 4 € per tutti.

La “rivoluzione” comincia ufficialmente giovedì 20 novembre, quando in sala si succederanno “Il giovane favoloso” di Mario Martone alle ore 16 e alle ore 18,45 e “Interstellar” di Christopher Nolan alle ore 21,30.

Ma sarà il weekend, ovviamente, il momento-clou della settimana, quando il tempo libero concede più spazio al relax: il Moderno proporrà ben quattro spettacoli al giorno, tre film, con una programmazione varia e adatta ad un pubblico trasversale.

Da questo fine settimana, poi, si inaugura una nuova tradizione: il primo spettacolo del sabato e della domenica sarà sempre riservato ai bambini. «Questo weekend sullo schermo del Moderno passeranno tre film», annuncia Murtas. «Si parte con un’anteprima molto attesa dai piccoli, “I pinguini di Madagascar”, con due spettacoli in programma. Il resto della serata sarà dedicato ai più grandi, con due proposte, “Il giovane favoloso” e “Interstellar”».

Il film Dream Works, spin off dell’amatissima serie “Madagascar”, verrà proiettato alle ore 15,15 e alle 17. I simpatici pinguini Skipper, Kowalski, Rico e Soldato sono alle prese con un complicato caso di spionaggio da risolvere, ci riusciranno?

“Il giovane favoloso”, previsto alle ore 18,45, ripercorre la vita del poeta Giacomo Leopardi. Cresciuto sotto la guida severa del padre, in una casa-biblioteca, il giovane Leopardi è un bambino prodigio e ribelle a cui la casa e il paese, Recanati, stanno decisamente stretti.

Il nuovo lavoro di Nolan, in programmazione da qualche giorno e molto apprezzato, è in programma alle 21,30. Il clima impazzito sta affamando il mondo e un gruppo di scienziati cerca la soluzione nello spazio, partendo alla ricerca di nuove terre per coltivare il granturco e salvare l’umanità.

I prezzi dei biglietti degli altri spettacoli, durante tutta la settimana, restano quelli di sempre: 7 euro intero e 5 euro ridotto.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio