Le Women travolgono lo Szekszard

Netta vittoria per 85-69 delle biancoblù nel terzo match dell’Eurocup. Carangelo top scorer con 23 punti, doppia, doppia per Hollingshed

Una Dinamo Women in crescita batte al PalaSerradimigni le ungheresi dello Szekszard per 85-69 e conquista la sua seconda vittoria consecutiva nella manifestazione continentale. Le sassaresi hanno condotto dall’inizio, allungando già nel primo quarto, chiuso con 10 punti di vantaggio. Durante la gara le ospiti si sono riportate in due circostanze, nel secondo e nel terzo quarto ad un solo possesso, ma le ragazze di Restivo sono sempre riuscite a ricacciarle indietro, producendo il break decisivo nella seconda metà del terzo periodo e gestendo poi senza affanno il margine.

Dopo la sconfitta all’esordio contro l’Estudiantes e il blitz in Repubblica Ceca, la Dinamo Women ritorna di fronte al pubblico amico (poco numeroso questa volta) per affrontare le ungheresi dello Szekszard e per cercare quella vittoria che darebbe slancio emotivo e due punti pesanti in classifica.

Il match tarda a decollare, i primi minuti servono per prendere le misure e trovare il giusto ritmo. La Dinamo raramente riesce a correre e quando ne ha opportunità non chiude. Sotto le plance però le sassaresi si battono con energia e tirano giù qualche rimbalzo offensivo con Joens e Kaczamarczyk. A metà del quarto la Dinamo conduce 10-7. La tripla con settimo punto personale di Carangelo vale il 13-9, la buona difesa con palla recuperata manda in lunetta Raca che allarga la forbice per il primo mini break della serata (15-9 e +6). Hollingshed in contropiede ritocca il massimo vantaggio (17-9). Nel finale del quarto sale in cattedra Kaczmarczyk e si chiude con Sassari a +10 sul 26-16.

In avvio del secondo periodo le ungheresi diventano più aggressive in difesa e rosicchiano qualcosa (28-22) ma la tripla di Hollingshed è provvidenziale per ripristinare le distanze. Il dominio biancoblù a rimbalzo consente di giocare molti possessi ma non sempre le sassaresi riescono a capitalizzarli. Il primo time out della serata lo chiama il coach ungherese dopo 14 minuti, con Carangelo e compagne sopra di 9 sul 34-25. Nel finale la Dinamo si distrae e lo Szekszard si riporta ad un possesso pieno di distanza (40-37). Ancora una volta è però una bomba, quella di Togliani ad arrivare provvidenziale. Si va al riposo con la Dinamo in vantaggio 45-39, con il secondo quarto vinto 23 -19 dalle ospiti. Nella Dinamo doppia cifra per Carangelo (11 punti), mentre per le ospiti sono 12 quelli realizzati dell’americana Monroe. Le Women hanno tirato giù ben 13 rimbalzi offensivi, 5 dei quali per merito di Kaczmarczyk che, insieme a Carangelo ha anche la miglior valutazione.

Il riposo porta benefici maggiori alle ungheresi che piazzano il break in avvio (45-43) aggredendo in difesa. Il copione però è sempre lo stesso, ovvero la tripla che ricaccia dietro le inseguitrici con altri due punti firmati tutti da Carangelo (50-43). Ora è la Dinamo che cambia completamente passo in difesa, passando a zona e sorprendendo le magiare che la patiscono non poco, andando in totale confusione (52-43 al 23°) con conseguente time out chiesto da coach Dokic. Hollingshed con un gioco da tre punti porta al massimo vantaggio sul 55-43. Coach Dokic capisce che il momento può essere decisivo e si gioca un altro minuto di sospensione. Carangelo ruba palla e in transizione firma il +14 e poi con una tripla il +17 (65-48 al 27°). Raca da sotto per il 69-50. Le palle dentro per Hollingshed sono un dilemma irrisolto per le ospiti e la Dinamo si produce in un allungo che potrebbe essere quello decisivo. Le ungheresi però non mollano e coach Restivo con lungimiranza chiama un time out per organizzare l’ultimo minuto del quarto e non far prendere ritmo alle ospiti. Si chiude sul 70-55.

Lo Szekszard vuole provare a riaprire la gara e non si risparmia, considerando anche la capitale importanza della differenza canestri. Joens con un tiro da tre punisce però la difesa ungherese, vanificandone gli sforzi e allargando come mai prima la forbice (77-59 +18).  La vittoria della Dinamo non è più in discussione, ci pensano gli arbitri a vivacizzare il finale, mettendosi in mostra con due tecnici per flopping fischiati a Carangelo e Togliani che fanno arrabbiare sia la panchina che il pubblico. Al suono della sirena il tabellone indica Dinamo 85 , Szekszard 69, con Sassari che guadagna anche un buon margine per l’eventuale differenza canestri.

Doppia, doppia per Hollingshed con 15 punti e 10 rimbalzi.

Il commento di coach Restivo: « Abbiamo approcciato benissimo alla partita, siamo state brave a difendere di squadra e a non concedere niente di facile alle nostre avversarie. Quando abbiamo potuto correre siamo state efficaci, abbiamo mosso la palla, siamo sulla strada giusta per crescere e per migliorare ancora. Sono molto contento, perché tutte le ragazze lavorano duro e si aiutano in campo, stiamo diventando una vera squadra »

 

Dinamo Women – Szekszard 85-69

Progressione quarti: 26-16 / 45-39 / 70-55 /

Dinamo Women: Raca 12, Carangelo 23, Toffolo 6, Crudo 2, Kaczmarczyk 13, Hollingshed 15, Joens 9, Spiga Trampana, Bebbu, Togliani 5. All. Restivo

Szekszard: Theodorean, Miklos, Horvath 4, Stanacev 8, Manyoky, Krnijc 19, Vojtulek, Monroe 26, Boros 12, Holcz. All. Dokic

Aldo Gallizzi

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio