La Giunta comunale di Sassari approva il bilancio di previsione

Previste entrate per 186 milioni e investimenti per oltre 25 milioni di euro. Adesso la parola passa al Consiglio comunale

 

PalazzoDucaleSassari. Approvato lo schema di bilancio 2017 e il bilancio di previsione 2017-2019. Il documento finanziario ha ricevuto il via libera questa mattina dalla Giunta comunale e adesso potrà iniziare il suo percorso che, dopo l’esame della II Commissione permanente, lo vedrà approdare in Consiglio. Il bilancio 2017 prevede entrate per 186 milioni di euro di cui 25,5 milioni circa sono per investimenti dedicati alle strade e marciapiedi, impianti sportivi ed edilizia abitativa.

Sono 19 i settori-ambiti nei quali vengono suddivise le spese e tra questi spiccano i 17 milioni di euro per l’istruzione e il diritto alla studio, i 6 milioni circa per le attività e beni culturali, 2 milioni per le politiche giovanili e sport, 500 mila euro per il turismo. E poi ancora 34 milioni per l’ambiente, 16 milioni per i trasporti e la mobilità, 52 milioni circa per le politiche sociali e la famiglia, 3,4 milioni di euro per le attività di sviluppo economico e competitività e 6 milioni per l’ordine pubblico e la sicurezza.

SimoneCampus
Simone Campus

«Siamo un comune più povero rispetto agli anni scorsi ma non indebitato – commenta il neo assessore al Bilancio Simone Campus – che non può permettersi di scialacquare. Non stiamo aumentando le imposte e la tassa rifiuti e stiamo andando verso il riequilibrio tra imprese e famiglie per quanto riguarda la Tari. «Quello approvato oggi – ha proseguito – è un bilancio sano, che ci permette di rispettare gli impegni che l’amministrazione ha preso, in particolare quelli per il sociale e le famiglie». E proprio sugli impegni mantenuti si è soffermato lo stesso sindaco Nicola Sanna: «Abbiamo mantenuto fede ai contratti per i trasporti scuolabus e mensa scolastica quindi per gli asili nido – afferma –. Siamo riusciti a soddisfare le esigenze del settore de Servizi sociali, dove si continua a registrare un incremento delle famiglie che chiedono aiuto a causa del disagio economico».

Anche il primo cittadino mette l’accento sulla questione delle tariffe dei rifiuti urbani. «Con questo bilancio – dice – grazie all’impegno dei sassaresi con il raggiungimento del risultato nella raccolta differenziata, sarà possibile mantenere inalterate le tariffe per le famiglie mentre potremo ridurre del 4 per cento circa quella per le imprese». Un ottimo risultato raggiunto dal settore ambiente con la guida dell’assessore Fabio Pinna.

BilancioNicolaSanna
Nicola Sanna

In conclusione, il documento contabile rispetta i vincoli di finanza pubblica che hanno sostituito quello previsti del patto di stabilità. «Si tratta di un accantonamento di soldi veri ma non spendibili – afferma Nicola Sanna – e che pesano sulla spesa del bilancio per oltre 8 milioni di euro. Una cifra enorme che non ci impedisce di effettuare tantissimi interventi di manutenzione nel settore del verde pubblico, per il decoro e le manutenzioni urbane». Le previsioni di bilancio per il 2018 e il 2019 non si discostano di molto dalle previsioni di bilancio per il 2017, dove in evidenza si trovano sempre le entrate per i Servizi sociali (oltre 42 milioni di euro), per l’istruzione e il diritto allo studio (oltre 11 milioni), per i trasporti e la mobilità (circa 6 milioni) e l’ambiente (oltre 30 milioni).

Nella stessa seduta di approvazione del bilancio, la Giunta ha approvato anche l’avviamento dei cantieri lavoro per l’assistenza scuolabus per il 2017, le sanzioni per le violazioni in materia di conferimento rifiuti e gli indirizzi e i criteri per la predisposizione del bando pubblico per le agevolazioni tariffarie del servizio idrico integrato, il cosiddetto bonus idrico.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio