Bloom LABS vince la Start Cup Sardegna 2023

Secondo posto per Drivehia, e-Mago in terza posizione. Lunedì scorso evento finale nell’Aula magna dell’Università di Sassari

Sassari. L’idea d’impresa vincitrice della Start Cup Sardegna 2023 è Bloom LABS, gruppo composto da Stefano Mattu, Maddalena Torlini, Filippo Torlini e Silvio Piredda. La loro idea è nata con l’obiettivo di realizzare dei laboratori completamente autonomi per la coltivazione di fiori tramite tecniche di indoor farming e vertical farming (coltivazione all’interno su più livelli).

Al secondo posto si è classificata Drivehia, di cui fanno parte Francesco Dettori, Mario Sedilesu e Pietro Zaccardo. Si tratta di una piattaforma rivoluzionaria per il settore del trasporto merci via terra poiché intende favorire la consolidazione del carico, ossia l’ottimizzazione del riempimento dei veicoli, tagliando i costi, riducendo le emissioni e aumentando i guadagni per le imprese.

Al terzo posto e-Mago, gruppo composto Michela Melis, Mauro Franceschelli e Diego Deplano. Il loro progetto di impresa è quello di sviluppare reti smart e architetture di coordinamento brevettate per l’incremento dell’energia condivisa e il risparmio in comunità energetiche. 

La Start Cup Sardegna, competizione tra idee d’impresa innovative organizzate dagli atenei di Sassari e Cagliari, è una ventata di ottimismo e di energia. Ogni anno tanti partecipanti, tanta voglia di conoscere e crescere, tanto entusiasmo da parte di tutti i presenti. La Start Cup, arrivata alla XVI edizione, è anche un grande esempio di reale collaborazione tra le varie realtà isolane (pubbliche e private) e mostra ancora una volta come e quanto ricerca e innovazione siano una risorsa economica e un’occasione di sviluppo. L’evento finale si è svolto il 23 ottobre nell’aula magna dell’Università di Sassari con il coordinamento dell’Ufficio Terza Missione e Territorio dell’ateneo. Hanno collaborato Progetto INNOIS, INNOvazione e Idee per la Sardegna e la Fondazione di Sardegna, con i contributi di Banco di Sardegna, Verde Vita, Abinsula, Sardegna Ricerche e Mentefredda.

L’edizione 2023 di questa gara a tappe è iniziata nel mese di luglio con un percorso a più fasi: apertura delle iscrizioni, con 40 idee candidate e la successiva selezione delle migliori 10; percorso intensivo di affiancamento e di sviluppo delle idee imprenditoriali fino alla stesura del Business Plan per i 7 team rimasti in gara.

Durante il question time nel corso della finale, i 3 opponent (avversari) – Giuseppe Cuccurese, direttore generale del Banco di Sardegna, Carlo Mannoni, direttore generale della Fondazione di Sardegna, Tiziana Fanni, EU R&D&I Project Manager di Abinsula –hanno permesso, con le loro domande, di approfondire e chiarire alcuni aspetti dei possibili business.  La Giuria allargata, composta da startupper, imprenditori ed esperti del settore, ha giudicato in diretta le presentazioni e il loro voto si è unito a quello del Comitato Tecnico Scientifico che ha valutato il Business Plan delle idee presentate in base a originalità, innovatività e sostenibilità (economica, ambientale, sociale).

Due le menzioni speciali assegnate: Drivehia, l’idea dedicata al settore dei trasporti e in particolare al trasporto merci via terra, ha ottenuto la Menzione Speciale ‘Green & Blue’ del Gruppo Gedi, in collegamento con la Giornalista Gabriella Rocco, per il miglior progetto di impresa ad impatto sul cambiamento climatico, in grado di integrare innovazione, tecnologia, protezione e valorizzazione delle risorse naturali, al fine di generare crescita economica e tutela dell’ambiente.

Menzione speciale “Miglior Team” da parte di Mentefredda srl e 2.000 euro di premio per Bloom LABS con questa motivazione: “il talento e la determinazione sono fondamentali per il successo di un’impresa. Il gruppo che sta portando avanti questa idea appare maggiormente consapevole e pronto ad affrontare questa sfida meravigliosa“.

I tre vincitori si sono aggiudicati premi in denaro e servizi per circa 20mila euro: al primo classificato 5mila euro offerti dal Banco di Sardegna; al secondo classificato 3mila euro messi a disposizione da Abinsula e Verde Vita; al terzo classificato 2mila euro concessi ancora da Abinsula e Verde Vita. A questi riconoscimenti si aggiunge lo “special prize” di Sardegna Ricerche.

Adesso le tre idee, legate al mondo della ricerca accademica, rappresenteranno la Sardegna al Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI), la fase nazionale della Competizione, che coinvolge circa 50 atenei italiani e il CNR, in programma a Milano il 30 novembre e il 1° dicembre 2023.

Per maggiori informazioni www.startcupsardegna.it; www.pnicube.it

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio