Banca di Sassari, riunita l’assemblea ordinaria

Il conto economico chiude con un risultato positivo di 4 milioni di euro. Salvatore Rubino nominato nuovo vicepresidente

BancaSassariDirezioneSassari. La Promocamera a Predda Niedda ha ospitato sabato l’Assemblea ordinaria degli azionisti della Banca di Sassari presieduta da Ivano Spallanzani.

Nel salutare e ringraziare i presenti Spallanzani ha ricordato che «la Banca sta continuando a conseguire un’apprezzabile marginalità positiva e ad assicurare il suo costante supporto alle famiglie e alle piccole e medie imprese, attraverso la predisposizione di prodotti dedicati a specifici segmenti di clientela. A testimoniare questi buoni risultati – ha continuato il presidente – abbiamo i riconoscimenti che arrivano da Milano Finanza, con l’assegnazione, per la terza volta, del premio Creatori di Valore, ma soprattutto dai clienti. Una recente ricerca Doxa, infatti, ha messo in luce l’apprezzamento, da parte della clientela, per la correttezza e la coerenza della nostra condotta e soprattutto per l’attività di consulenza offerta dal personale delle filiali».

Il conto economico chiude con un risultato positivo di 4 milioni di euro: erano 5,2 milioni al termine dell’esercizio precedente (-23,08 per cento). Si tratta di un valore significativo perché ottenuto in un contesto macroeconomico di difficoltà al quale sono associate previsioni incerte per il 2014, che hanno portato la Banca a un incremento degli accantonamenti sui crediti.

La raccolta diretta da clientela ordinaria rimane sostanzialmente stabile, attestandosi a 1.375,3 milioni, -0,12 per cento rispetto ai 1.376,9 milioni del 31 dicembre 2012. Nel comparto della raccolta indiretta si registra una variazione positiva del 2,98 per cento rispetto all’anno precedente: il dato passa dai 380,7 milioni del 31 dicembre 2012 ai 392 milioni del dicembre 2013. In sintesi, la raccolta globale (diretta più indiretta) raggiunge i 1.767,3 milioni di Euro, +0,55 per cento rispetto ai 1.757,6 del dicembre 2012. Gli impieghi in euro e valuta a clientela ordinaria, nonostante il rientro di tre significative esposizioni per cassa di natura istituzionale infragruppo per circa 90 milioni di euro, si attestano a 1.271,9 milioni di euro (al netto dei dubbi esiti), evidenziando un calo di 135,8 milioni rispetto ai 1.407,7 milioni di fine esercizio 2012 (pari a -9,65 per cento). Al netto della componete richiamata la variazione si contiene al -3,25 per cento. Il margine di interesse si attesta sui 51,7 milioni di Euro, -3,36 per cento rispetto ai 53,5 del 2012 (-1,8 milioni in valore assoluto). Il margine di intermediazione si attesta a 96,3 milioni di euro, -1,73 per cento rispetto al dato del 31 dicembre 2012, fissato a 98 milioni. La necessità di un fermo presidio della qualità del credito erogato ha condotto alla determinazione del dato relativo alle rettifiche nette sui crediti per un importo di 18,5 milioni di euro (risultante di 27,4 milioni di rettifiche e 8,9 milioni di riprese di valore), superiore per 2,7 milioni a quello dell’esercizio precedente. Pertanto l’indicatore finanziario della qualità degli investimenti (rapporto tra accantonamenti su crediti e margine di intermediazione) si attesta al 19,21 per cento. Il risultato netto della gestione finanziaria, posto a 76,1 milioni di euro, segna una variazione pari a -7,42 per cento (6,1 milioni in valori assoluti) rispetto agli 82,2 milioni dell’anno precedente. L’attenta politica di cost reduction consente di determinare una riduzione dell’aggregato dei costi operativi nella misura del -5,81 per cento (da 74 a 69,7 milioni). L’utile dell’operatività corrente, al lordo delle imposte, si ferma a 6,3 milioni, registrando una variazione di -1,9 milioni di Euro, pari al -23,17 per cento, rispetto agli 8,2 milioni rilevati al 31 dicembre 2012. Riconoscendo i positivi risultati raggiunti dalla Banca, l’Assemblea ha deliberato l’assegnazione di un dividendo unitario sulle azioni in circolazione di Euro 0,025.

L’Assemblea ha nominato consigliere di amministrazione Fioravante Montanari, già amministratore della Banca a seguito di cooptazione, avvenuta nel novembre 2013. Inoltre, è stato nominato, quale vice presidente, Salvatore Rubino, che subentra a Giovanni Palmieri, scomparso nel giugno del 2013.

Sono stati infine nominati i componenti del Collegio Sindacale: Giorgio Porqueddu, presidente; Piero Scudino e Carlo Filippi, sindaci effettivi; Raffaelina Denti ed Emanuela Murgia, sindaci supplenti.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio