Women, arriva la corazzata Schio

Sabato alle 20 al PalaSerradimigni le sassaresi riceveranno le campionesse d’Italia. Restivo: « Siamo in crescita »

Sara Crudo e coach Restivo

Così come per i colleghi uomini, anche per le ragazze biancoblù prosegue il tour de force fra trasferte di Coppa e impegni ad alto coefficiente di difficoltà in Campionato. Dopo l’avventurosa trasferta in Repubblica Ceca, allungata ulteriormente da alcuni problemi tecnici, le ragazze allenate da Antonello Restivo si troveranno di fronte nientemeno che le campionesse d’Italia in carica della Famila Wuber Schio. Unica consolazione quella di affrontare l’ostacolo fra le calde mura amiche del PalaSerradimigni.

Di seguito un estratto delle dichiarazioni rilasciate nella conferenza pre gara dal coach sassarese e dalla giocatrice Sara Crudo.

Antonello Restivo: « Dobbiamo riprendere le energie, ne abbiamo spese tante anche per il viaggio avventuroso. Schio è reduce da una sconfitta in casa in Eurolega e mi aspetto una squadra concentrata e arrabbiata. Noi dobbiamo continuare a cercarci e a cercare il nostro tipo di idea di pallacanestro. Con loro son sempre partite molto difficili, sarà una gara diversa rispetto a quella giocata qualche settimana fa in Coppa, hanno recuperato e inserito delle giocatrici importanti. Sono sicuro che comunque sarà una bella serata di pallacanestro, ci sarà tanta gente, cercheremo di dare battaglia, loro hanno classe e qualità. Le nostre nuove giocatrici? Il loro inserimento procede bene, quando hai un gruppo dove tutte sanno cosa devono fare e si mettono al servizio della compagna, le cose non possono che essere positive. Siamo a buon punto ma allo stesso tempo abbiamo grandi margini di crescita. Quanto è importante avere in squadra una giocatrice come Togliani? quest’anno abbiamo aumentato le rotazioni siamo più profonde, metter dentro un elemento con le sue caratteristiche è stata una scelta precisa e voluta da me e da Federico (Pasquini ndr) dobbiamo dare più riposo a Deborah Carangelo e Togliani ci offre questa possibilità oltre a darci quella dimensione per poter ancora di più aprire il campo e attaccare certe situazioni tattiche. E’ stata una richiesta specifica, fatta con questa idea. Joens? Sta cercando di trovare la sua dimensione, come noi stiamo cercando di capire lei ».

Sara Crudo: « Siamo in costruzione e il coach è molto bravo a mettere insieme i gruppi. C’è stata una crescita dall’inizio della preparazione e penso si sia visto nelle ultime partite. A livello personale è un pochino nuova come situazione, ho bisogno di lavorare. Quello del coach è un bel sistema di gioco veloce, lui vuole che arriviamo ad avere la consapevolezza dei nostri mezzi. Non sono mai stata una giocatrice da 20 punti, ma la situazione e il mio ruolo sono diversi rispetto allo scorso anno. Non è certo un problema perchè sono sempre stata mentalizzata in un certo modo, se non segno cerco di fare altro, qualsiasi cosa per potermi rendere utile alla squadra. Per il resto, conosco il mio potenziale e quando entrerò meglio nel sistema potrò dare qualcosa in più ».

Aldo Gallizzi

La video intervista a Sara Crudo, curata da Ico Ribichesu

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio