Sassari avrà piste ciclabili come via della cultura e della scienza

Annuncio del sindaco Nicola Sanna: in occasione del Premio nazionale per l’innovazione il 4 e 5 dicembre sarà presentato il progetto che prevede un collegamento tra le diverse strutture universitarie

 

 

PistaCiclabileSSSassari. «Circa un anno fa abbiamo incrociato le dita quando abbiamo mandato i nostri “ambasciatori” per chiedere di ospitare a Sassari un evento che in passato aveva già visto la nostra città vincere un primo posto nazionale, con un’impresa del settore agricolo che ha sviluppato la lotta biologica attraverso l’utilizzo del bacillus thuringiensis. Allora il luogo scelto per ospitare l’evento, il palazzo della Frumentaria, ha un suo filo logico importante». Lo ha detto il sindaco di Sassari Nicola Sanna durante la presentazione della XII edizione del Premio Nazionale per l’Innovazione, in programma a Sassari giovedì 4 e venerdì 5 dicembre.

NicolaSanna3«Il palazzo della Frumentaria – ha ripreso Nicola Sanna – era il luogo dell’ammasso del grano che doveva servire per l’annata successiva. Diventa adesso un grande contenitore delle ricchezze del futuro. 58 idee “accumulate” in questo luogo da dove nasce una prosecuzione verso il futuro e dove si coniuga cultura dell’innovazione». È proprio nel palazzo di via delle Muraglie che sarà presentato un progetto esecutivo innovativo del Comune di Sassari: le piste ciclabili, via della cultura e della scienza. «La prima pista ciclabile per dimensione e coerenza – ha detto ancora Nicola Sanna – che parte all’interno di un percorso protetto e collega tutte le sedi universitarie dei Dipartimenti: da quello di Lettere, passando per viale Dante, Emiciclo e viale Italia e si congiunge al quadrilatero di Scienze giuridiche, quindi Orto botanico e sull’asse di viale Italia collega Medicina e Veterinaria. Un impatto forte, con un disegno assolutamente compatibile con le pendenze presenti nella nostra città. Possiamo considerarlo un progetto innovativo – ha detto ancora il sindaco – anche nell’uso della città, con tutto quello che è connesso come, a esempio, il bike sharing».

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio