Olbia, Aeroitalia punta al rilancio del polo manutentivo

Li Gioi (M5s): «Opportunità da valutare, non si trascuri nessuna proposta per la tutela dei lavoratori»

Olbia. «Nella partita per il rilancio del polo manutentivo dell’aeroporto Costa Smeralda ciascuno gioca il proprio ruolo, ma non possiamo negare che Aeroitalia in questi mesi sia stata l’unica compagna che alle parole ha fatto seguire i fatti, mettendo in campo concretezza». È quanto osserva il consigliere regionale del M5s Roberto Li Gioi. «Attualmente – prosegue – sono circa 80, infatti, gli ex dipendenti di Air Italy assunti, di cui gran parte a tempo indeterminato. Inoltre, la compagnia sta dimostrando un più ampio interesse per gli investimenti in Sardegna: ha vinto il bando per la gestione della continuità territoriale ad Alghero e ha stretto una partnership con l’Olbia Calcio».

«I sindacati da parte loro non possono sottrarsi alla richiesta di garanzie a tutela dei lavoratori – prosegue il consigliere pentastellato –. È doverosa la richiesta di formalità e di un piano industriale. Tuttavia, ritengo che ciò non debba pregiudicare l’avvio di un’operazione che, se diventasse realtà, sarebbe una grandissima opportunità per Olbia, una indiscutibile occasione di rilancio che in questo momento storico economico la città non può permettersi di perdere. La realizzazione di un hub manutentivo riporterebbe il Costa Smeralda al centro del mercato aereo, perlomeno europeo».

«La priorità deve essere la tutela delle grandissime professionalità del personale. Sappiamo che, giorno dopo giorno – dice ancora prosegue Li Gioi –, il periodo di Naspi si riduce e che i lavoratori stanno aspettando una soluzione. Un discorso che vale per tutti i settori, compreso quello amministrativo. Anche coloro i quali hanno trovato opportunità di lavoro precarie e momentanee sarebbero pronti a valutare mansioni in cui prestare le proprie competenze».

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Pulsante per tornare all'inizio