La Raimond Ego supera Brixen al PalaSantoru

Grande impresa dei rossoblù che battono 27-26 battono la capolista e allungano la striscia positiva

Il portiere Valerio Sampaolo (foto di Claudio Atzori)

La miglior Raimond Ego Sassari della stagione batte Brixen nella decima giornata della regular season della Serie A Gold. Al termine di una gara estremamente intensa ed equilibrata, i rossoblù hanno la meglio sulla capolista con il punteggio di 27-26, mettendo in cascina due punti fondamentali per il proseguo del loro campionato. Grazie all’affermazione odierna, i sardi salgono infatti a quota tredici, rimanendo agganciati al treno playoff, ora distante sole tre lunghezze.

Consapevole dell’importanza della posta in palio, la Raimond Ego parte con le scarpe ben allacciate e costruisce il primo doppio vantaggio (3-1 al 4’). Nell’arco di cinque minuti, De Oliveira si becca un doppio “due minuti” che lo limiterà in difesa e Brixen si rimette in carreggiata (4-4 al 10’). La fase centrale della prima frazione è caratterizzata dall’equilibrio, nessuna delle due squadre riesce a scappare e i portieri, Sampaolo da una parte e Volarevic dall’altra, salgono in cattedra (9-9 al 21’). I gol di Brzic, Halilkovic e Manojlovic portano Sassari sul +3 (12-9 al 24’), con i rossoblù che trovano il poker di reti di vantaggio sul 14-10. Brixen, negli ultimi minuti del primo tempo con le segnature consecutive di Sontacchi ed Endrit Iballi, accorcia un minimo, ma il gol di Gomes a dieci secondi dall’intervallo fissa il risultato di metà gara sul 15-12, con lo stesso portoghese che si becca il “due minuti” a due secondi dal suono della sirena.

L’uscita dagli spogliatoi rappresenta il momento più complicato per la Raimond Ego: gli uomini di Cutura iniziano la ripresa con un parziale di 3-0 che li riporta in parità (15-15 al 35’).  Ma i sardi non tardano nel riprendersi l’inerzia della partita con un perentorio 4-0, siglato da Gomes (3) e Della Vecchia (20-16 al 41’). Break da una parte e break dall’altra, questo l’andazzo del secondo tempo. Paulo Vinicius riporta i suoi a strettissimo contatto (20-19 al 43’). Sul punteggio di 24-24, a sette minuti da termine arriva il rosso per Korbel per un contatto sul volto di Manojlovic.  Il finale di gara è palpitante, il 23 e Aldini regalano un preziosissimo doppio vantaggio ai padroni di casa (26-24). Margine che, nel finale, viene gestito fino alla conquista dei due punti. Paulo Vinicius tira per pareggiare, ma la sua conclusione è alta. Sassari “muore” con la palla in mano e porta a casa lo scalpo della capolista.

RAIMOND EGO SASSARI-BRIXEN 27-26 (15-12)

RAIMOND EGO SASSARI: Pavani, Aldini 4, Nardin 2, Della Vecchia 3, Mura, De Oliveira 1, Delogu, Halilkovic 3, Bomboi, Pintori, Gomes 6, Delrio, Sampaolo, Manojlovic 5, Brzic 3, Vranac. ALLENATORE:  Francisco Javier Equisoain Azanza

BRIXEN: Volarevic, Azzolin, Paulo Vinicius 5, Arcieri 2, Canete 9, Iballi E. 2, Iballi A. 2, Korbel 3, Sontacchi 2, Fliri, Muehloegger 1, Puntaier, Lubinati. ALLENATORE: Davor Cutura

Aldo Gallizzi

Articoli Correlati

Lascia un commento

Pulsante per tornare all'inizio