Ittiri Folk Festa, dalla Siberia i mongoli Buryat

Dal 18 al 21 luglio l’edizione 29. Nei prossimi giorni verranno resi noti gli altri ospiti stranieri. Saranno anche celebrati i 40 anni dell’associazione Ittiri Cannedu

BuriatiaIttiri. Dal cuore della gelida Siberia alla calda Sardegna: i mongoli del gruppo Buryatia Selenga prendono il nome “Selenga” dal più grande fiume della regione russa le cui acque impetuose sgorgano dalle montagne della Mongolia e sfociano nel sacro Lago Baikal. Sono una novità per il festival internazionale delle tradizioni folkloristiche, che pure in 29 anni ha ospitato oltre duecento gruppi stranieri provenienti da tutte le parti del mondo. Il repertorio del gruppo, costituito nel 1992, è basato sull’eredità coreografica popolare della Buryatia e delle genti della Siberia. Il repertorio include musica tradizionale suonata con strumenti tipici locali (Morin Khur, Iochin, Chanza, Yatag). L’alchimia delle danze nazionali e del suono di strumenti originali, dà un carattere unico al gruppo che ha partecipato a molti Festival Folk Internazionali in America, Germania, Francia, Italia, Belgio, Paesi Bassi, Slovenia, Croazia, Spagna, Portogallo, Iraq e Cina.

Nei prossimi giorni verranno resi noti gli altri ospiti stranieri, mentre la Sardegna sarà rappresentata da diversi gruppi. Tra questi le maschere tradizionali “Is Scruzzonis” di Siurgus Donigala, l’associazione “Tradizioni Popolari” di Irgoli e il gruppo folk Atzara.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio