Insulæ Lab Centro di Produzione Musica, la corsa continua

Il progetto con la direzione artistica di Paolo Fresu propone nuovi concerti al Massimo di Cagliari, all’ISRE di Nuoro e alla Casa del Jazz di Roma

Sebastiano Dessanay (foto di Garcia Whole)

Cagliari. Insulae Lab – Centro di Produzione Musica (direzione artistica del progetto firmata Paolo Fresu) ha cominciato il suo cammino intriso di passione, arte e suggestioni circa due mesi fa, dopo un lungo iter fatto di immaginazione, programmazione e progettazione. 

Oggi questa magnifica corsa in musica, in cui ad ogni tappa s’associa una proposta espressiva ed emozionale unica nel suo genere – fra produzioni originali Insulae e graditi ospiti dell’iniziativa – continua orgogliosamente felice del suo essere, del suo divenire, del suo scorrere fra note, parole e contaminazioni che s’incrociano nei vari centri di Sardegna, Berchidda resta la casa madre, e ora anche d’oltre Tirreno.

Cagliari, Nuoro, Roma: prossimi orizzonti da esplorare e da vivere sul palcoscenico e fronte palcoscenico, a stretto contatto con gli artisti coinvolti che si incontrano, si ritrovano, si conoscono, si scoprono simili o diversi ma complementare dando vita alla magia della musica che ha il jazz come comune denominatore ma si declina agile in multiformi intenti.

A Cagliari Insulae Lab presenta I concerti al Massimo. Si comincia già oggi, lunedì 5 dicembre (ore 19 e ore 21), con la sala M2 della struttura in via E. De Magistris nr 12 ad ospitare la produzione originale Fotolitho Jazz – Pietre e Luce in Musica (Rita Marcotulli, Giacomo Tantillo e Pietro Pirelli), un viaggio fra musica e immagini in cui le commissioni si spingono al limite regalando una armoniosa esplosione emozionale e musicale. Il 12 dicembre invece – stessa location del precedente evento, ore 19 e ore 21 – toccherà al progetto Attittos, Duru Duru e Cantunovu (Elena Ledda, Etta Scollo, Mauro Palmas, Alfio Antico e Salvatore Maiore) regalarsi alla plateale Massimo. Splendide voci di donna, tradizione arcaica, jazz, sperimentazione.

Accesso alla struttura per il concerto al costo di 10 euro in prevendita online diritti inclusi; confermata e particolarmente gradita la prenotazione da effettuare attraverso chiamata o WhatsApp al numero 3426476726. Attivo anche il canale www.ticketmaster.it.

A Nuoro, Auditorium Isre – museo del costume di via Mereu nr 56, l’appuntamento è con “I concerti dell’Isre – produzioni originali Insulae Lab”: l’8 dicembre alle ore 19 toccherà al duo composto da Salvatore Maltana e Marcello Peghin salire sul palco e raccontare in musicali loro “Insulae Songs”; Paraulas – Il ritmo delle parole (Rossella Faa, Elisa Nocita, Sebastiano Dessanay, Giacomo Deiana e Emanuele Primavera) è invece in programma alle ore 20.30 del 21 dicembre. 

Particolarmente gradita la prenotazione da effettuare attraverso chiamata o WhatsApp al numero 3426476726. Attivo anche il canale www.ticketmaster.it.

Da domani, lunedì 5, a domenica 11 dicembre la Casa del Jazz di Roma ospiterà le nuove proposte dei 5 Centri di Produzione Musica Jazz d’Italia sostenuti dal Ministero della Cultura, uno dei quali è appunto Insulae Lab di Berchidda, presente con 3 dei 9 progetti musicali prodotti in questi primissimi mesi di attività: Paraulas – Il ritmo delle parole (Rossella Faa, Elisa Nocita, Sebastiano Dessanay, Giacomo Deiana e Emanuele Primavera) in programma giovedì 8 alle ore 12; Antine (Nanni Gaias, Giuseppe Spanu, Angus Bit & Manu Invisible) sabato 10 dicembre alle 19,30; To be or not to bop (Paolo Vicari, Elias Lapia, Nicola Muresu, Fanou Torracinta, Emanuele Primavera) sabato 10 dicembre alle ore 21.30. 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio