Comune: rispunta il nome di Mastino

Una richiesta di candidatura dovrebbe arrivare nelle prossime ore dagli alleati del Partito Democratico, alle prese con un proliferare di possibili candidati per le primarie. Un nome femminile anche per la componente di Salvatore Demontis

Attilio MastinoSassari. Il rettore dell’Università di Sassari Attilio Mastino (nella foto) ritorna prepotentemente di attualità nella corsa per la poltrona di primo cittadino di Sassari. Tra oggi e domani dovrebbe essergli formalizzata una richiesta ufficiale di candidatura da parte di tutti gli alleati del Pd nella coalizione di centro sinistra. A rimaner fuori da questa indicazione sarebbe appunto solo il Partito Democratico, alle prese con un intenso dibattito interno che ad oggi ha portato solo ad un proliferare di possibili candidati per le primarie. Il nome del rettore era già circolato tra i primi e veniva proprio da una parte del Pd. Ora il partito di maggioranza potrebbe di colpo trovarsi sul tavolo un nome sul quale avrebbero trovato un accordo ben più dei due terzi della coalizione, in pratica tutti con uno schieramento che andrebbe dall’Upc fino ai Comunisti Italiani (ed una parte consistente dello stesso Pd). Questo significa che potrebbero esserci anche le condizioni per chiedere di evitare le primarie. I condizionali sono tutti d’obbligo sia perché alcuni candidati, Carbini e Sanna tra tutti, sono già in piena campagna elettorale sia perché manca ancora una risposta positiva da parte dello stesso Mastino.

Intanto oggi potrebbe aumentare il già lungo elenco di possibili candidati alle primarie. Sembra infatti vicina l’indicazione di un nome da parte della corrente che fa capo al neo consigliere regionale Salvatore Demontis: si parla di una donna la cui identità è ancora top secret (aggiornamento ore 22: in serata, voci non confermate riferiscono che potrebbe trattarsi di Anna Maria Galisai, dirigente della Scuola Media 3; oppure di Angela Mameli, che però ha come riferimento il gruppo di Silvio Lai).

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio