Desini denuncia il comportamento dei vertici della Asl 1

Fiume di incarichi organizzativi. «Sono elargiti in totale spregio delle indicazioni dell’Assessorato regionale alla Sanità. Il direttore generale si attenga a svolgere l’ordinaria amministrazione»

RobertoDesiniSassari. «Il direttore della Asl n°1 di Sassari continua a elargire incarichi organizzativi in totale spregio delle indicazioni dell’Assessorato regionale alla Sanità, con le quali, già nel mese di marzo, i manager della Aziende sanitarie della Sardegna sono stati invitati a limitare le proprie azioni ad atti di ordinaria amministrazione». Roberto Desini, presidente del gruppo consiliare Centro Democratico Sardegna in Consiglio regionale, e componente della VI Commissione consiliare (Salute e politiche sociali), denuncia il comportamento dei vertici dell’Asl di Sassari.

«Con un provvedimento adottato il 22 maggio e pubblicato con un’apposita deliberazione, il direttore generale dell’Azienda sanitaria locale di Sassari ha conferito incarichi di posizione organizzativa del ruolo sanitario, amministrativo e tecnico a ben 48 dipendenti», spiega l’onorevole Desini. «Con la deliberazione n°165 del 22 maggio 2014, in particolare, sono state assegnate 21 posizione organizzative nell’area sanitaria, e 27 posizioni organizzative nell’area tecnico-amministrativa», precisa il presidente del Gruppo Centro Democratico Sardegna. «Queste figure professionali rivestono una grande importanza all’interno dell’organizzazione aziendale, tanto che il loro riconoscimento è stato più volte sollecitato in passato anche dalle sigle sindacali, le quali avevano anche avuto modo di contestare la metodologia scelta dai vertici della Asl di Sassari per l’individuazione di queste figure», continua Roberto Desini. «Due aspetti di questa vicenda lasciano molti dubbi: in primo luogo appare molto grave che il direttore generale, in un momento di transizione politica e amministrativa ignori le indicazioni dell’Assessore regionale alla Sanità e assegni degli incarichi organizzativi, andando ben oltre l’attività di ordinaria amministrazione; in secondo luogo stupisce che queste posizioni reclamate da tempo all’interno dell’Azienda, siano state nominate proprio alla vigilia di una importante tornata elettorale, che vedeva proprio il capoluogo sassarese impegnato nelle elezioni amministrative».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio