Associazione 25 Aprile: l’8 e 9 giugno un voto antifascista e contro la guerra

L’invito ai cittadini per le vicine elezioni amministrative ed europee

Sassari. L’Associazione culturale 25 Aprile invita tutti i cittadini a esercitare il diritto di voto nelle elezioni amministrative ed europee dell’8 e 9 giugno prossimi votando antifascista e contro la guerra.

Di fronte alle pulsioni autoritarie del governo Meloni, alla sua volontà di cambiare la forma politica della nostra Repubblica con l’autonomia differenziata e il premierato che trasformeranno per sempre in modo allarmante la democrazia, serve uno scatto e una difesa dei principi che sono alla base della nostra Costituzione nata dalla Resistenza. Valori che devono essere tutelati come il bene più prezioso e che sono in grave pericolo.

Se aggiungiamo l’uso spregiudicato delle forze di polizia contro pacifici cortei, la compressione del dissenso pubblico, l’occupazione da parte del governo degli spazi radio televisivi si comprende bene quanto la situazione sia da non sottovalutare.

Ci avviciniamo a grandi passi al regime.

Il pericolo di guerra mondiale e nucleare è concreto, palpabile. Il governo ha scelto di abbandonare un profilo autonomo di politica estera per accettare supinamente le irresponsabili dichiarazioni dei dirigenti statunitensi e della Nato verso una folle e criminale escalation del conflitto in Ucraina. Mai una parola di pace viene dall’esecutivo Meloni ma solo l’accettazione di una politica di corsa agli armamenti.

Gravissimo è anche il silenzio di fronte alla feroce guerra di sterminio di Israele nei confronti dell’inerme popolazione palestinese di Gaza.

Di fronte a tutto questo e alla difficile situazione economica e sociale, aggravata dalle politiche dei continui condoni, di aiuto all’evasione fiscale e di compressione dei salari, dalla svendita del patrimonio pubblico nazionale, dalla mancanza di politiche per il lavoro serve una rivolta morale e politica.

Non un voto vada a chi sostiene il governo della destra. Non un voto vada a chi sostiene l’invio di armi negli scenari di guerra.

L’Associazione culturale 25 Aprile rivolge un appello ai cittadini e alle cittadine di buona volontà per scegliere candidati e candidate ANTIFASCISTE, che esprimano pubblicamente la scelta di impegnarsi CONTRO LA GUERRA e contro l’invio di armi, per l’abolizione di leggi come il jobs act (sostenendo il referendum della Cgil) e per la tutela e sviluppo di quelle che garantiscono diritti fondamentali come il servizio sanitario nazionale e la scuola pubblica.

Associazione Culturale 25 Aprile

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio