Artigiano in Fiera, grande partecipazione all’inaugurazione dello stand sardo

A Milano ritorna l’appuntamento internazionale. Una vetrina strategica per l’isola e un’occasione speciale per promuovere territorio e prodotti

Milano. Inaugurato dall’Assessore regionale dell’Artigianato e del Turismo, Gianni Chessa, il padiglione Sardegna a Milano per la 27ª edizione di Artigiano in Fiera, l’importante Mostra Mercato, in programma sino al 10 dicembre prossimo a Fieramilano (Rho).

L’Isola ancora protagonista alla grande mostra mercato dove, nello spazio riservato della Regione Sardegna, sono esposte decine di aziende sarde in rappresentanza del settore dell’artigianato artistico e dell’agroalimentare. Il grande spazio espositivo della Sardegna, di quasi mille e duecento metri quadri, nel padiglione 2, ha già visto la presenza di migliaia di visitatori attenti e curiosi di scoprire i prodotti tipici del territorio, a partire dalle eccellenze del comparto agroalimentare, ai manufatti dell’artigianato artistico, con la gioielleria di qualità realizzata in corallo sardo e filigrana, ma anche l’arte della coltelleria. Un’occasione non solo per esporre tutti i prodotti tipici e di qualità della nostra Isola, ma di metterli in vendita e offrire, ai moltissimi visitatori uno spaccato delle eccellenze che la Sardegna sa regalare.

«L’artigiano in Fiera – ha sottolineato l’assessore dell’Artigianato Gianni Chessa – ha ancora un’altra volta una vetrina eccezionale per i nostri artigiani. Assolutamente una vetrina che ha saputo conquistare oltre un milione di presenze. La Fiera per gli artigiani, la fiera più importante al mondo. Qui a Milano questa è la 27ª edizione. Ma noi in questi anni siamo venuti a testa alta, abbiamo preso più spazi, spazi più centrali. Siamo il primo stand ecosostenibile, ecocompatibile d’Italia. Lo abbiamo dimostrato noi. Puntiamo anche alla sostenibilità. Abbiamo portato e porteremo in questi dieci giorni di manifestazione fieristica oltre 160 persone che si esibiranno qui a Milano, la fiera più importante al mondo per gli artigiani, con canti, suoni, balli e tradizioni».

Artigiano in Fiera vede inoltre in questa edizione la collaborazione di Unioncamere Sardegna attraverso la Camera capofila Camera di Commercio di Nuoro, in collaborazione con il Cipnes e con la Fondazione Maria Carta che si occuperà della parte spettacoli e intrattenimento nell’apposito spazio allestito all’interno dello Stand Regione Sardegna, attraverso la promozione della musica, del canto e delle tradizioni popolari della Sardegna nelle sue diverse forme.

Presente alla giornata inaugurale anche l’assessora regionale dell’Agricoltura Valeria Satta. «L’agricoltura è presente in Artigiano in Fiera. Un appuntamento importantissimo per gli artigiani. L’agricoltura è presente a Milano con 13 aziende che hanno risposto al nostro bando dell’Assessorato all’Agricoltura. Tutte aziende che promuovono il nostro territorio, dall’agroalimentare ai prodotti tipici, miele e dolci della nostra amata Sardegna. Oggi è un’occasione speciale anche e soprattutto per promuovere il nostro territorio. Queste manifestazioni – ha proseguito l’assessora Satta – sono importanti proprio anche per promuovere le sue specialità. Così noi, da un anno a questa parte, stiamo cercando di investire in maniera forte sulla promozione, con tantissime Fiere che sono quelle che proprio mancano e sono mancate in tutti questi anni. E quindi promozione del territorio e dei nostri prodotti».

«Una Sardegna sempre unita per fare sistema. Puntiamo molto sul sostegno alle imprese. La Giunta, con il presidente Christian Solinas in questi quattro anni e mezzo, ha già finanziato 100 milioni di euro a favore di questo comparto e soprattutto con il 40 per cento a fondo perduto nel 2019. Milano è una grande opportunità, una grande vetrina di promozione per questo comparto che ci sta dando lustro. Gli artigiani vanno sostenuti, le categorie produttive vanno sostenute e noi ci siamo. Siamo qui. La mia presenza oggi è anche a sostegno di queste persone che con i loro investimenti stanno cercato di portare avanti una grande tradizione che pian piano tende a scomparire», ha concluso l’assessore Chessa.

Nell’area Regione Sardegna sono presenti i laboratori dei maestri artigiani individuati dal Cipnes nell’ambito del progetto Insula che effettueranno dimostrazioni di lavorazione durante l’arco di apertura delle giornate di manifestazione. i laboratori previsti sono quelli delle produzioni tipiche dolciarie, della pasta tipica della Sardegna, dei Pani delle feste e dei pani tradizionali, delle specialità enogastronomiche (lavorazione Mustazeddu, Panadas e Carapinha, vini doc e docg della Sardegna), della ceramica tradizionale sarda, del corallo e della filigrana, Isola laboratorio dei cesti tradizionali sardi, delle maschere antropiche tradizionali sarde, dei tessuti sardi e del tipico tappeto sardo. Ricco, inoltre, il calendario di manifestazioni nello spazio dedicato alla tradizione, curato dalla Fondazione Maria Carta, con canti, suoni e balli della tradizione.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio