All’Isola dei Teatri una rilettura del Piccolo principe

Per l’ultima giornata della rassegna della Compagnia S’Arza anche la crisi di una coppia, tema ispirato a “Yerma” di Federico Garcia Lorca. Al termine concerto di Maurizio Casu

 

 

TeatrodellaChimeraIlsognodiunmondolontanoSassari. L’ultima giornata della rassegna Isola dei Teatri proporrà una rilettura del Piccolo principe e un viaggio in un futuro post atomico. Domenica 30 novembre lo Spazio teatrale di via Sieni 2/m a Sassari ospiterà tre appuntamenti del cartellone proposto dalla Compagnia S’Arza: alle 18 “Sogno di un mondo lontano” del Teatro della Chimera di Lanusei, alle 21 “Sarà dopo” del Centro universitario teatrale di Viterbo e al termine un nuovo concerto del cantautore sassarese Maurizio Casu, già protagonista di un altro appuntamento della rassegna.

“Sogno di un mondo lontano”, ispirato dall’opera di Antoine de Saint-Exupéry, vedrà la partecipazione di Giulia Cabiddu e Silvano Vargiu, le musiche originali di Edoardo Primo e la regia di Silvano Vargiu. Sul palcoscenico verrà raccontata la storia di una principessa di un’antica dinastia andina che abita in completa solitudine in uno sterminato deserto. Per lenire la solitudine decide di disegnare enormi figure zoomorfe e antropomorfe con le quali instaurare un rapporto d’amicizia. L’amicizia virtuale ben presto verrà rimpiazzata da una reale con un bizzarro carovaniere che decide di trasferirsi nella sua dimora. La sua vita proseguirà così con tranquillità fino a quando, un bel giorno, smaniosa di voler conoscere il resto del pianeta, deciderà di abbandonare la propria terra per andare in cerca di persone interessanti con le quali confrontarsi. Inizierà così un lungo viaggio che la porta ad incontrare svariati personaggi che non sempre però rispondono alle sue aspettative.

CutViterbosaradopo“Sarà dopo”, scritto e recitato da Marco Marsili e Aldo Milea – con la partecipazione di Ludwig Becker, Valentina Galdi, Vanessa Giraldo, Giada Prata, Chiara Rossetti, Bruna Teresano e Caterina Vannucci – esplora il conflitto interno di una coppia sposata che non può avere figli. Liberamente ispirato a “Yerma” di Federico Garcia Lorca, il Cut di Viterbo porta in scena la tragedia di una donna che uccide il marito impotente per poter poi concepire un figlio con un altro uomo.

La rassegna Isola dei Teatri, giunta alla diciannovesima edizione, ha proposto un calendario di otto appuntamento dal 26 al 30 novembre. La kermesse è organizzata con il patrocinio degli Assessorati alla Cultura della Regione Autonoma della Sardegna e Comune di Sassari e della Fondazione Banco di Sardegna.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio