Al via la macchina organizzativa del “Carnevale estivo” di Porto Torres

I carri allegorici, i figuranti e i gruppi estemporanei sfileranno il 3 agosto sul lungomare di Balai e nel centro cittadino

Ha preso il via ufficialmente l’organizzazione del “Carnevale estivo” in programma a Porto Torres il prossimo 3 agosto con i carri allegorici, i figuranti e i gruppi estemporanei che sfileranno sul lungomare di Balai e nel centro cittadino.

L’organizzazione della manifestazione è stata affidata alla Pro loco cittadina che ha vinto il bando predisposto dall’amministrazione comunale con l’obiettivo di ripristinare, dopo un lungo periodo di assenza, un evento molto caro alla comunità turritana nell’anno del 50° anniversario dalla prima edizione. A Porto Torres, infatti, il “Carnevale estivo” fu organizzato per la prima volta nel 1974.

L’evento è stato presentato martedì mattina in municipio dall’assessore al Bilancio Alessandro Carta, dall’assessora alla Cultura Maria Bastiana Cocco e dalla presidente della Pro Loco Anna Maria Zara. Sono intervenuti, inoltre, il presidente del Consiglio comunale Franco Satta, il presidente della Commissione Cultura Antonello Cabitta, il consigliere comunale Gavino Ruiu e Luca Pazzona, direttore artistico del format “Noche de Perreo” di Sassari che chiuderà la sfilata dei carri allegorici con uno spettacolo di musica e danza nello spazio antistante la Torre aragonese.

La macchina organizzativa della kermesse si è già messa in moto a partire dall’ideazione del logo scelto per rappresentare il Carnevale. Si tratta della raffigurazione del famoso Satiro marmoreo rinvenuto nel 2003 nell’area delle Terme Maetzke ed esposto all’Antiquarium Turritano che indossa una colorata mascherina di carnevale e che sovrasta la scritta: “Porto Torres, città di cultura e divertimento” . L’idea è di coniugare il passato e la storia della città turritana con lo spirito giocoso e più moderno del carnevale.

«L’amministrazione comunale, fin dal suo insediamento, ha impostato una programmazione finalizzata a restituire a Porto Torres un ruolo centrale tra gli eventi culturali del Nord Sardegna – ha dichiarato Alessandro Carta, assessore comunale al Bilancio –. Abbiamo lavorato proprio perché appuntamenti come la Pasquetta turritana e la Festha Manna fossero manifestazioni di spicco nel panorama culturale del territorio e il “Carnevale estivo” rientra tra i tasselli fondamentali che possono dare un impulso all’economia locale. I nostri uffici si sono quindi attivati perché le politiche del bilancio fossero indirizzate anche al rilancio di eventi che generassero ricadute positive sul tessuto sociale ed economico della nostra città».

«Il Carnevale Estivo Turritano punta a guadagnarsi, per questa in corso e per le prossime stagioni, il posto d’onore nella programmazione delle manifestazioni cittadine dell’estate – ha aggiunto Maria Bastiana Cocco, assessora comunale alla Cultura –. La presentazione dell’evento del 3 agosto si svolge oggi con i migliori auspici, frutto di un lavoro importante svolto dal settore finanziario del nostro Comune, al quale per primo rivolgo uno speciale ringraziamento per l’attenzione rivolta in questi anni, e in particolare questo anno, per il settore Cultura».

«Come presidente della Pro Loco sono molto felice di riprendere l’organizzazione del nostro Carnevale Estivo dopo tanti anni – ha commentato Anna Maria Zara, presidente della Pro loco di Porto Torres –. Sono passati cinquant’anni dalla prima edizione ed è una grossa soddisfazione ricominciare, grazie anche all’Amministrazione Comunale, che ha creduto in noi. Dobbiamo fare in modo che i giovani di oggi conoscano anche questa realtà Porto Torres che ha fatto divertire migliaia di cittadini e di turisti».

La sfilata dei carri allegorici è in programma a partire dal tardo pomeriggio di sabato 3 agosto. I partecipanti si daranno appuntamento nella rotonda di Balai (piazzale fronte Tropical) e da qui, immersi nel suggestivo scenario del Golfo dell’Asinara al tramonto, attraverseranno tutto il lungomare, raggiungeranno il corso Vittorio Emanuele riempendo di suoni, colori e divertimento tutto il tragitto fino a via Adelasia. Durante il percorso, nello spazio antistante la Torre aragonese, i figuranti di ciascun carro o gruppo estemporaneo si esibiranno nelle rispettive coreografie davanti agli ospiti della tribuna d’onore e alla giuria che si esprimerà su costruzione, animazione e movimentazione dei carri, su costumi e coreografie, su originalità del tema e scenografia nel suo complesso.

La preparazione di alcuni carri ha già preso il via e chiunque volesse aderire alla manifestazione può presentare la propria idea di carro, proponendo il tema e l’allegoria alla Pro Loco. Quest’ultima valuterà che la proposta sia idonea e che rispetti determinati parametri. Non è infatti ammessa la diffusione di messaggi offensivi o di espressioni di fanatismo, razzismo, omofobia, odio e minaccia. Una volta ottenuto il via libera i “carrascialai” potranno potranno iniziare la costruzione delle proprie opere scegliendo di farlo o in uno spazio nelle proprie disponibilità – purché sia collocato al di fuori del centro abitato – o nell’Hangar situato in via Vivaldi e messo a disposizione dal Consorzio Industriale con l’obiettivo di rafforzare anche il clima di comunità, di festa e spensieratezza che accompagna i giorni che precedono il carnevale.

Per la realizzazione dei carri la Pro loco, oltre ad offrire un supporto per la costruzione, darà un contributo in materiali (dalla colla alle vernici, dalla carta al polistirolo fino ai pianali) e fornirà il trattore per lo spostamento del carro solo nel caso in cui non si avesse a disposizione un mezzo proprio.

Una volta stabiliti tutti i temi dei carri, i capi carro daranno informazione sui temi scelti e tutti gli interessati potranno scegliere a quale gruppo iscriversi per partecipare alla sfilata come figuranti. Per ogni carro saranno forniti i contatti di riferimento. Sono inoltre ammessi i gruppi estemporanei, sempre previa comunicazione alla Pro loco e il carro riservato ai bambini.

Tutti i partecipanti dovranno diffondere musiche che rispecchino il tema scelto e dovranno esibirsi in coreografie. Per questo la Pro loco sta lavorando per coinvolgere le scuole di danza cittadine affinché forniscano un supporto. L’associazione, inoltre, ha avviato la fase di interlocuzioni con altri comuni che organizzano carnevali storici per poter arricchire la sfilata anche con carri di altri centri.

Sempre per promuovere quello spirito di collettività che costituisce l’anima del carnevale sarà messa a disposizione di tutti gli operatori commerciali e delle attività aperte lungo il percorso della sfilata la maglietta realizzata per l’evento.

La Pro loco ha dedicato al “Carnevale estivo” un sito internet https://www.prolocoportotorres.com/ e una pagina Instagram https://www.instagram.com/pro_loco_portotorres/?img_index=1

Il “Carnevale estivo” fa parte del network di Salude & Trigu, il programma della Camera di Commercio di Sassari che unisce i migliori eventi del Nord Sardegna in un’unica trama finalizzata alla valorizzazione turistica del territorio.

La Pro loco turritana già da qualche mese si è attivata per creare un clima di attesa intorno al “Carnevale estivo”. Lo scorso mese di aprile, infatti, nella sala Filippo Canu, ha organizzato l’evento “Carnevale Estivo Story – ieri e oggi” che, attraverso filmati e foto inedite, ha fatto rivivere la storia del Carnevale Estivo dal 1974 a oggi. Diversi gli ospiti che hanno raccontato le origini della kermesse e come si è evoluta nel corso del tempo. Ricordi, aneddoti e testimonianze per far rivivere tutte le emozioni che da sempre hanno caratterizzato il carnevale. Una manifestazione- simbolo di gioia e di unione dell’intera comunità – capace di coinvolgere grandi e piccini e di attrarre visitatori da altri centri dell’Isola.

Per l’organizzazione della manifestazione il Comune di Porto Torres, in linea con la propria programmazione tesa alla riscoperta e alla valorizzazione delle manifestazioni turritane e alla promozione turistica del territorio, ha reperito le risorse necessarie per predisporre il bando da 30 mila euro vinto dalla Pro Loco cittadina.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Pulsante per tornare all'inizio