La Ztl al centro di Sassari va ridotta

Proposta del Movimento La Base. In un documento indirizzato al sindaco Nicola Sanna si chiede una significativa riduzione dell’Area Blu con una rivoluzione del sistema dei parcheggi e dei servizi

 

ZtlIngressoSassari. Il Movimento La Base interviene nel dibattito sul centro cittadino con un documento indirizzato al sindaco di Sassari Nicola Sanna, nel quale il coordinatore cittadino Giuseppe Onorato, quello provinciale Sebastiano Bussu ed il coordinatore giovani Raffaele Bussu sottolineano la necessità di una significativa riduzione dell’attuale Ztl con una rivoluzione del sistema dei parcheggi e dei servizi.

Il documento stigmatizza gli effetti negativi che l’attuale delimitazione della Ztl ha apportato alle attività produttive cittadine e ritiene che la recente esperienza sia da considerare quanto meno una falsa partenza perché ad ogni porzione che è stata interdetta al traffico veicolare non è stato dedicato un investimento per riqualificarla e renderla più facilmente fruibile, sia come caratterizzazione identitaria che in termini di collegamenti con il resto della città.

SebastianoBussu3
Sebastiano Bussu, coordinatore provinciale della Base

Pertanto chiede che la città venga restituita ai sassaresi con la riapertura al transito di piazza Castello, via Politeama, via Cagliari e via Brigata Sassari; con l’affiancamento della zona disco ai parcheggi residenti; con la pedonalizzazione di piazza d’Italia e di alcune vie commerciali del centro; ripristino ed intensificazione delle linee bus che transitano per il centro. Valutare tra i principali sistema di collegamento cittadino il Bike Sharing, noleggio di biciclette elettriche, attraverso un sistema di biglietto unico che consenta a chi è in possesso di un titolo di viaggio dei mezzi pubblici di accedere ad un servizio di noleggio di bici elettriche, per facilitare l’accesso in zona Ztl, nelle stazioni e ai parcheggi.

La Base chiede poi al sindaco ed all’Amministrazione comunale di valorizzare il Mercato Civico con iniziative culturali e culinarie che ridiano vita all’antica struttura mercatale coinvolgendo in particolar modo i commercianti che già vi operano; chiede inoltre che nelle piazze cittadine vengano calendarizzate delle iniziative artistiche e commerciali e periodiche non solo durante le festività del Natale.

«In data odierna – concludono i coordinatori – verrà presentata all’Amministrazione comunale una proposta dettagliata con le modifiche alla viabilità e le iniziative a supporto dei tratti che rimangono chiusi al traffico».

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio