Vincenzo Corrias aderisce alla Lega

È stato capo della segreteria del ministro dell’Interno Pisanu

Il presidente Michele Pais e Vincenzo Corrias

Sassari. «Salutiamo l’ingresso nel nostro Partito di Vincenzo Corrias, già capo della Segreteria dell’allora ministro dell’Interno Pisanu e sempre con lui consigliere nella Bicamerale Antimafie, nonché, in tempi più recenti capo di gabinetto ai Lavori Pubblici della Regione Sardegna». Così il coordinatore regionale della Lega Sardegna per Salvini premier Michele Pais. «Vincenzo, che ha sempre portato avanti il suo credo politico nel centrodestra, ha maturato significative esperienze politiche di livello nazionale ma vanta anche una lunga esperienza nel mondo sindacale quale responsabile della pubblica amministrazione regionale in un sindacato confederale».

«Vincenzo è persona conosciuta per il suo equilibrio, per la sua versatilità e capacità di coinvolgimento, doti che, unite alla sua professionalità, fanno di lui un esponente d’interesse per rafforzare il nostro impegno organizzativo in termini di qualità, onestà, trasparenza e vicinanza alla gente», conclude Pais.

La fase riorganizzativa della Lega Sardegna con il coordinamento affidato al presidente Michele Pais sta vedendo una nuova partenza fortemente voluta da Matteo Salvini con l’obiettivo di un consolidamento del movimento in tutto il territorio regionale, in maniera capillare, anche in vista dei prossimi appuntamenti elettorali a partire dalle regionali 2024, anche forti della posizione centrale della Lega e del ministro e vicepremier Matteo Salvini all’interno del Governo nazionale che si sta traducendo in azioni concrete in favore della Sardegna, specie per tutte le opere pubbliche finanziate per centinaia di milioni di euro mai come nel passato.

Oggi va assumendo contorni sempre più definiti la formazione di una nuova classe dirigente, entusiasta e motivata, che sta portando ad aderire tanti amministratori locali capaci, sindaci, consiglieri e assessori comunali ma anche tanti cittadini che si riconoscono nel tratto pragmatico e concreto, lontano dalle pastoie di certa politica, del movimento guidato dal ministro e vicepremier Salvini.

La Lega dei sardi piace e si afferma sempre di piú perché ascolta la gente e sta tra la gente. Cosa che la politica ha smesso di fare e che invece per la lega costituisce il tratto caratteristico e distintivo.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Pulsante per tornare all'inizio