Uiltrasporti Sardegna: «Continuità territoriale a doppia velocità»

«Chiediamo un intervento immediato dell’Assessorato dei Trasporti affinché si faccia garante del diritto alla mobilità dei sardi»

Cagliari. «Da mesi denunciamo una continuità territoriale a doppia velocità che penalizza gli scali del nord Sardegna». L’ennesimo appello arriva dalla segretaria regionale della Uiltrasporti Elisabetta Manca che denuncia l’episodio avvenuto nei giorni scorsi in cui alcuni passeggeri del volo Roma-Alghero di Aeroitalia sono stati lasciati a terra per overbooking. «L’overbooking è una pratica legale, ma in questi anni non è mai stata applicata dalle compagnie che operano in regime di continuità territoriale per il semplice fatto che va a ledere il principio stesso della continuità e quindi il diritto alla mobilità dei sardi – spiega Manca –. Per noi questo è inaccettabile. Chiediamo un intervento immediato dell’Assessorato dei Trasporti affinché si faccia garante del diritto alla mobilità dei sardi e faccia rispettare gli oneri di servizio alle compagnie che si sono aggiudicate il bando».

A questo proposito, evidenzia Elisabetta Manca, il bando prevede che con un aumento dei coefficienti di riempimento del 91 per cento il vettore è tenuto a predisporre un volo aggiuntivo. «Se Aeroitalia ricorre all’overbooking vuol dire che è necessario un volo aggiuntivo – commenta la sindacalista –: l’amministratore delegato aveva recentemente annunciato la quarta frequenza sia su Olbia che su Alghero ma questo non è avvenuto».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio