Torres e Sennori affilano le armi per gara 2

Dopo la vittoria sennorese nel primo match della serie di finale, le due squadre si preparano per gara 2, il cui esito potrebbe avere un peso specifico importante nell’economia della serie

Il calendario della serie finale

Se Sennori andasse sul 2-0 la serie potrebbe prendere una direzione ben precisa, se invece fosse la Torres a pareggiare e a prendersi il fattore campo i giochi sarebbero apertissimi. Dopo il dispendio di energie fisiche e mentali di gara 1, le due squadre stanno ultimando la preparazione in vista della seconda partita della serie della finale regionale di serie C di pallacanestro, in calendario domenica prossima alle 19 al Centro Polivalente di Sorso e che si preannuncia molto combattuta e incerta, seppur i ragazzi di Piras godano di un leggero vantaggio, se non altro per quanto visto nella prima partita. Da un lato i padroni di casa che vorranno sfruttare al meglio il fattore campo per portarsi sul 2-0 e andare a giocarsi con tranquillità e senza pressioni il match point al PalaSerradimigni, dall’altro i ragazzi terribili della Torres, decisi a non recitare la parte della vittima sacrificale, riportando la serie in parità con la possibilità poi di giocare due partite in casa in gas e con l’entusiasmo a mille.

 

Le dichiarazioni dei due allenatori

Gabriele Piras (Coach Pallacanestro Sennori)

Gabriele Piras (Pallacanestro Sennori): « Stiamo abbastanza bene, a parte il nostro play Alessandro Pisano che si è girato la caviglia in gara 1 e che contiamo di recuperare per gara 3. Che tema tattico mi aspetto per gara 2? Credo che sarà un match molto simile, con loro che cercheranno di avere più continuità durante l’arco della partita, mettendoci tanta intensità per provare a compensare la nostra maggior fisicità. Chiaramente mi aspetto degli aggiustamenti tattici, probabilmente un po’ più di zona e difese miste, ma credo che loro giocheranno con la solita faccia tosta e l’entusiasmo che li contraddistingue. Per quanto riguarda noi, cercheremo di far valere la superiore fisicità e di imporre la nostra pallacanestro fatta di corsa, provando a difendere forte sin dal primo quarto ».

 

Antonio Carlini (coach Torres basket)

Antonio Carlini (Torres basket): « Purtroppo per gara 2 dovremo fare a meno di due giocatori, Edoardo Raffo che in gara 1 si è scavigliato e ha riportato una leggera frattura, perciò per lui la serie è già finita e Riccardo Pisano che, ha accusato un leggero infortunio muscolare e nella migliore delle ipotesi sarà disponibile per gara 3. Gara 2 è importante perchè sono convinto che vincerla nonostante tutti questi problemi a cui dovremo far fronte, ci darebbe una grandissima spinta in vista del prosieguo della serie che, poi si sposterà in casa nostra, perciò faremo di tutto per portarla a casa. Aggiustamenti tattici? Non scopriamo niente di nuovo dicendo che per noi ruoterà tutto intorno a quanto riusciremo a limitare Hubalek e Cordedda che, in due ci hanno segnato 58 punti su 90. Credo che l’unico modo per limitare Jiri (Hubalek) sia quello di stressarlo e tenerlo sotto pressione per 40 minuti, facendo in modo che arrivi poco lucido negli ultimi 10 minuti, nei quali per noi sarà fondamentale riuscire ad essere li per giocarcela punto a punto ».

Aldo Gallizzi

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio