Prosegue l’azione di ascolto dei vescovi sardi

Il 12 e il 13 aprile incontreranno i rappresentanti delle realtà sociali, economiche ed istituzionali che operano sul territorio

Cagliari. Approfondire la conoscenza del contesto sociale della Sardegna, con l’intento di rafforzare una economia che non lasci nessuno indietro. È questo l’obiettivo dei vescovi della Conferenza Episcopale Sarda che, ancora una volta, incontreranno i rappresentanti delle realtà sociali, economiche ed istituzionali che operano sul territorio in occasione della riunione convocata a Donigala Fenughedu dal 12 al 13 aprile. Nella mattinata di martedì 13 aprile è previsto l’incontro con i segretari regionali dei sindacati confederali: Michele Carrus, Cgil, Gavino Carta, Cisl, Francesca Ticca, Uil. A seguire ci sarà l’audizione di Battista Cualbu e Luca Saba, rispettivamente presidente e direttore della Coldiretti Sardegna. Chiuderà il ciclo di incontri Alessandra Todde, viceministro dello Sviluppo economico.

L’Assemblea dei vescovi – presieduta da monsignor Antonello Mura, vescovo di Nuoro e di Lanusei – è impegnata da tempo nell’ascolto e nel dialogo con il territorio. Nel mese di dicembre l’episcopato sardo si è dedicato al settore produttivo dell’isola con l’audizione di Maurizio de Pascale, presidente della Confindustria Sarda, Giorgio Delpiano, presidente della Confapi, Fabio Onnis, presidente della Confcooperative, Claudio Atzori, presidente della Legacoop, e Antonello Arru, presidente del Banco di Sardegna. Ogni audizione ha permesso la conoscenza delle diverse realtà, approfondendo il ruolo di ciascun settore e la risposta che bisogna dare su temi quali la dignità del lavoro, l’inserimento dei giovani e il sostegno alle fasce più deboli della società. È stata anche l’occasione per riaffermare l’importanza della Dottrina Sociale della Chiesa e di quella che ultimamente è stata chiamata – riferita al Papa – “L’economia di Francesco”.

Articoli Correlati

Check Also
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio