Medico aggredisce un’operatrice del 118

Denunciato dai Carabinieri un 44enne sassarese in servizio ad Alà dei Sardi. Non aveva prestato soccorso a due turisti tedeschi

Carabinieri AutoSassari. I carabinieri del Comando Provinciale di Sassari hanno denunciato in stato di libertà G. R., medico sassarese di 44 anni, in servizio quale guardia medica contestandogli i reati di lesioni personali e omissione di atti d’ufficio. I fatti risalgono ad inizio mese, quando due turisti tedeschi, marito e moglie, percorrendo le strade panoramiche di Alà dei Sardi a bordo della propria motocicletta, erano scivolati per l’asfalto reso viscido dalla pioggia. Soccorsi da un passante del posto erano stati accompagnati presso la vicina guardia medica.

Dopo i primi tentativi andati a vuoto di fare intervenire il medico (il campanello suonava ma nessuno apriva la porta) e l’iniziale accalcarsi delle persone di fronte agli uffici per richiedere l’intervento del sanitario, i soccorritori decisero di chiamare il 118 di Buddusò che, dopo pochi minuti, era già ad Alà a prestare i primi necessari soccorsi ai malcapitati. Dopo un’ora di insistenze, e una telefonata anche da parte dei Carabinieri della Stazione di Alà dei Sardi, la guardia medica finalmente aprì la porta. A questo punto il fatto contestato dai Carabinieri: dopo un vano tentativo di accampare banali scuse e incalzato dalle lamentele dei presenti, il medico ha letteralmente perso il controllo ed ha aggredito con un pugno e dei successivi calci, una sanitaria del 118 lì intervenuta.

L’aggressore, tra l’altro non nuovo a episodi del genere, è stato quindi bloccato e gli sventurati turisti, per fortuna solo con lievi escoriazioni, nonché l’infermiera del 118 che ha riportato 5 giorni di prognosi per le lesioni subite, hanno dovuto invece spostarsi fino a Padru per poter essere sottoposti ad accertamenti.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio