I Grandi interpreti della musica, a Sassari Mariella Devia

La stagione si conclude venerdì 28 aprile con l’esibizione del grande soprano insieme ai solisti dell’orchestra Filarmonica Italiana

MariellaDevia
Mariella Devia

Sassari. Teatro Verdi gremito per uno degli appuntamenti più attesi della stagione de “I grandi interpreti della musica” in cui la manifestazione, organizzata dalla cooperativa Teatro e/o Musica, si è trasformata in vetrina per i giovani interpreti dei conservatori di Sassari e Cagliari. Anche quest’anno le promesse sarde del concertismo hanno mostrato la maturità delle istituzioni musicali Pierluigi da Palestrina e Luigi Canepa.

Il duo “Porcedda-Melis” del Conservatorio di Cagliari, nella prima parte della serata, ha eseguito due brani che si possono considerare i capisaldi della letteratura per clarinetto e pianoforte, le sonate di Schumann e di Poulenc. I due giovani interpreti lo hanno fatto con capacità espressiva e tecnica ineccepibile. Nella seconda parte il “Saxari Ensemble” del Conservatorio di Sassari, organico di sassofonisti guidato dall’insegnante Dario Balzan, ha presentato un programma di grande efficacia e freschezza tra sudamerica e jazz d’autore. I sassofonisti sassaresi hanno mostrato con la loro fantasiosa scaletta come negli attuali istituti di alta formazione si abbraccino contesti musicali sempre più ampi tra musica classica e repertori attuali.

Grande successo anche nel foyer del teatro dove una folla interessata ha visitato la mostra allestita dal pittore Angelo Maggi che ha fatto da preludio al concerto.

Il gran finale di stagione è previsto per venerdì 28 aprile alle 21 quando sul palco del Teatro Verdi salirà un ospite d’eccezione: il soprano Mariella Devia accompagnata dai solisti dell’Orchestra Filarmonica Italiana. Tra i nomi più noti nel mondo del melodramma internazionale, Devia ha al suo attivo un repertorio ricchissimo consolidato in quarant’anni di carriera nei maggiori teatri internazionali sotto la direzione dei più prestigiosi direttori d’orchestra, da Riccardo Chailly a Zubin Mehta a Riccardo Muti, Wolfgang Sawallisch.

Si conclude il 28 aprile nel foyer del Verdi a partire dalle 19,30 anche la rassegna parallela “arte in teatro” con una mostra del pittore e scultore Giuseppe Carta.

Articoli Correlati

Check Also
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio