Era digitale, luci e ombre di una trasformazione epocale

Domenica giornata di chiusura della XIV edizione della Mostra del libro sardo in corso a Macomer. Alle 16,30 convegno sul tema “La rivoluzione digitale: occasione imperdibile o vaso di Pandora?”

 

MostraMacomerTamulilibriMacomer. L’era digitale è un’opportunità di crescita o aggraverà la crisi del sistema della comunicazione? Quale destino attende il mondo del libro e quello dell’informazione? Quale scenario dovremo aspettarci in un futuro più o meno prossimo? Come, gli attori di questo scenario dovranno ripensare il modo di interpretare il proprio lavoro? Domande cruciali, in un periodo delicato in cui si assiste a una rivoluzione che produrrà inevitabili trasformazioni sulle quali occorre vigilare con attenzione per stare dietro al cambiamento evitando di disperdere un patrimonio di sapere e saper fare maturato negli anni. Temi al centro dell’incontro che caratterizzerà la giornata di domani, domenica 7 dicembre, giorno di chiusura della XIV edizione della Mostra del libro sardo. Il convegno rappresenta un appuntamento molto atteso con cui, ogni anno, l’AES fa il punto sulle cruciali problematiche del mondo del libro e dell’editoria. A partire dalle 16.30, nel padiglione Filigosa, un qualificato parterre discuterà il tema dal titolo: “La rivoluzione digitale: occasione imperdibile o vaso di Pandora?”. Ne parleranno Gino Roncaglia (Università della Tuscia), Graziana Frogheri (Sardegna Ricerche), Pierluigi Lai (Logus mondi interattivi), Luca Foddai (Sardegna Dies). Introduce Simonetta Castia, presidente Associazione editori sardi, coordina Francesco Cheratzu, direttivo Associazione editori sardi.

TrampolieriTamuli2L’incontro sarà preceduto, alle 15, dal confronto con l’assessore regionale alla Cultura, Claudia Firino, che dialogherà con gli editori sardi.

Intanto prosegue senza sosta il programma allestito dall’AES: stamattina il padiglione Tamuli è stato animato dall’insolito spettacolo dei trampolieri e dalle loro performance che hanno intrattenuto il pubblico presente.

Domani, domenica 7 dicembre, apertura dedicata al centenario della morte del poeta Sebastiano Satta, a cura del Comune di Nuoro, intervengono il sindaco di Nuoro Alessandro Bianchi e Ugo Collu, in rappresentanza del Comitato scientifico che cura l’organizzazione delle celebrazioni nella città di Nuoro.

In chiusura, si segnala anche (alle 21 nel padiglione Filigosa) lo spettacolo di Emanuele Garau “Biddas”, curato dall’associazione culturale Memorias. Si tratta di uno spettacolo nel quale la musica e il canto tradizionale della Sardegna vengono restituiti in un’atmosfera allegra e festosa tipica delle numerosissime feste popolari della Sardegna. Biddas è un percorso musicale e linguistico nell’Isola di Sardegna nel quale attraverso i moduli musicali del repertorio tradizionale, accompagnato dal gruppo di validi musicisti, Emanuele Garau interpreta, attraverso una visione personale gli antichi canti della tradizione popolare sarda. Le poesie recitate e cantate, appartengono a noti poeti sardi come Montanaru, Peppino Mereu, Giovanni Pira di Orgosolo e il Canonico Solinas di Nuoro. L’idea fondamentale del progetto è di interpretare le poesie nella lingua del luogo d’origine del poeta scelto, per questo sono presenti le principali varietà linguistiche sarde, dal campidanese al logudorese dal gallurese al barbaricino, con diverse poesie nelle varietà minori come il tabarchino, il sorsese, il sassarese e l’algherese. Le sonorità proposte sono quelle tipiche della cultura musicale sarda: launeddas, chitarra, organetto diatonico, fisarmonica e percussioni.

Ecco, dunque, in dettaglio il programma di domani, ultimo giorno della manifestazione:

Domenica 7 dicembre

Alle 10,30 Centenario della morte del poeta Sebastiano Satta, a cura del Comune di Nuoro
intervengono il sindaco di Nuoro Alessandro Bianchi e Ugo Collu, in rappresentanza del Comitato scientifico che cura l’organizzazione delle celebrazioni nella città di Nuoro

Tra Isola e mondo
ore 11,30 Caterina Cuccu e Antonello Cuccu presentano La capretta, L’ombra e Maria Pietra (nuova collana Ilisso junior dedicata ai ragazzi)

ore 15 L’assessore regionale alla Cultura Claudia Firino dialoga con gli editori sardi.

ore 16.30 La rivoluzione digitale: occasione imperdibile o vaso di Pandora?
Convegno/tavola rotonda
Ne parlano:
Gino Roncaglia, Università della Tuscia
Graziana Frogheri, Sardegna Ricerche
Pierluigi Lai, Logus Mondi interattivi
Luca Foddai, Sardegna Dies
Introduce Simonetta Castia, presidente Associazione Editori Sardi
Coordina Francesco Cheratzu, direttivo Associazione Editori Sardi

Tra Isola e mondo.
ore 18 Ignazio Marongiu presenta La bontà apparente. Come orientarsi nella giungla della comunicazione (Carlo Delfino)
ore 18,45 Maria Antonia Fara presenta Dicios e Fainas (Carlo Delfino)
coordina Alberto Urgu

In chiusura di giornata, alle 21,30, Biddas spettacolo di Emanuele Garau a cura dell’Associazione culturale Memorias

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio