Conoci: «Bilancio solido e importanti investimenti»

Il Consiglio comunale approva il documento di previsione

«Il Comune di Alghero conferma conti in ordine e un bilancio decisamente solido con concrete prospettive di crescita nei principali settori. Un fatto questo che ci fa guardare con grande ottimismo al futuro e ci consente di investire sul sociale, nell’impiantistica sportiva e nella qualità urbana». Parole del sindaco Mario Conoci all’indomani del via libera del Consiglio Comunale, che nei giorni scorsi, con i soli voti della maggioranza, ha licenziato positivamente il Bilancio di Previsione 2023-2025 e il Documento Unico di Programmazione, nel quale sono contenuti i principali obiettivi da realizzare nel corso dei mesi. «Senza false promesse e con i piedi ben piantati per terra realizziamo ciò che diciamo, con concretezza e determinazione», ripete il primo cittadino algherese. Il documento contabile si attesta a 141 milioni, con una dotazione importante (58 milioni) per le opere pubbliche e un’altra fetta considerevole (14,5 milioni) per il sociale. Un bilancio che risente degli aumenti per i costi dei servizi, dall’energia elettrica alle materie prime, ma che manterrà, per espressa volontà dell’amministrazione, invariate tutte le principali imposte locali. Con l’approvazione del Bilancio si può procedere celermente con la realizzazione degli obiettivi programmati. Tra le misure previste, un ulteriore milione di euro sarà destinato per il grande piano degli asfalti messo a punto dall’amministrazione comunale. Non solo, come specificato dall’assessora alle Finanze e al Bilancio Giovanna Caria, con la successiva approvazione del rendiconto si potrà procedere con il piano di assunzioni previsto dal Comune, con alcuni bandi che si stanno espletando proprio in questi giorni. «È un bilancio solido e con i conti in ordine – dice l’assessora Caria – che ci consentirà tra l’altro di aderire alla cosiddetta rottamazione Quater, che sarà presto sottoposta all’attenzione del Consiglio ma che ci dà anche la possibilità di ricorrere a mutui per l’eventuale realizzazione di opere pubbliche che in questo momento non sono finanziabili tramite le sole risorse di bilancio».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio