Con vini e vinili al via la sezione invernale del Festival Abbabula

Giovedì Maurizio Pratelli presenterà il suo nuovo libro. Nel racconto della sintonia che può nascere tra un vino e una canzone ci sarà anche Antonio Canu

 

VinieViniliSassari. La sezione invernale del Festival Abbabula, rassegna dedicata alla musica e alle parole d’autore ed organizzata dalla cooperativa Le Ragazze Terribili, si apre il 4 dicembre, ore 19, con un primo appuntamento dedicato alla musica, ai libri e al gusto.

La Libreria Dessì ospiterà infatti il critico musicale Maurizio Pratelli che presenterà il suo nuovo libro “Vini e Vinili – 33 giri di rosso”, Arcana Edizioni.

Pratelli, critico musicale free-lance e collaboratore delle più importante riviste del settore, ha scelto alcuni grandi classici del rock d’autore e li ha abbinati a una collezione di vini naturali prodotti con genio e poesia da piccole grandi aziende Italiane. La sua è una vera e propria guida alla degustazione e all’ascolto di album che sembrano nati per morire in bicchiere di rosso, da consumare senza alcuna fretta, con lenta passione. Un gioco fra orecchio e palato che permette di raccontare con parole nuove e inedite alcuni gioielli del patrimonio musicale internazionale e della tradizione enologica italiana.

Ad affiancare Maurizio Pratelli nel racconto della straordinaria sintonia che può nascere tra un vino e una canzone ci sarà anche Antonio Canu, esperto di vini e grande appassionato di musica.

Durante l’incontro verranno proposti in degustazione i vini delle Tenute Dettori, tra i protagonisti del libro di Pratelli.

L’incontro si inserisce nel cartellone della 16° edizione del Festival Abbabula che quest’anno ha ospitato tra gli altri Stefano Bollani, Caetano Veloso, The Bluebeaters e i Train To Roots.

La manifestazione è realizzata grazie al contributo degli Assessorati regionali dello Spettacolo e del Turismo, dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Sassari, della Banca di Sassari e della Fondazione Banco di Sardegna.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio