Al Teatro Astra di Sassari “Cecè” di Luigi Pirandello

Venerdì 27 (e in replica sabato 28 e domenica 29) prosegue il festival Etnia e Teatralità

Sassari. Prosegue al Cine Teatro Astra di Sassari il “Festival Etnia e Teatralità” che, giunto alla sua XXXIII edizione, presenta un cartellone di 11 appuntamenti che da settembre a marzo attraverserà le stagioni dell’anno e i più svariati generi di creatività. Organizzato dalla Compagnia Teatro Sassari con il contributo della Regione, del Comune di Sassari e della Fondazione di Sardegna, il festival è diventato nel tempo uno degli appuntamenti più attesi e seguiti della produzione sassarese.

Sul palcoscenico dell’Astra, dopo l’ottimo riscontro dei primi due appuntamenti, salirà ancora una volta la compagnia padrona di casa, venerdì 27 e in replica sabato 28 e domenica 29 ottobre, con “Cecé”, atto unico scritto esclusivamente per la scena da Luigi Pirandello e rappresentato per la prima volta nel dicembre del 1915.

La nuova produzione di Teatro Sassari porta in scena un’atmosfera di leggerezza e brio, insoliti per l’autore, che illuminano una situazione di ambiguità e di immoralità. Sullo sfondo della capitale unitaria, teatro di corruzione politica, si muove il protagonista Cecè, degno rappresentante di quel sottobosco di favori e di quel clima clientelare, che diventato abitudine di vita, non è neanche più avvertito come riprovevole e negativo. Cecè è un allegro imbroglione che con scanzonata spudoratezza riesce a raggirare sia il commendator Squatriglia venuto a ringraziarlo per aver ottenuto un favore, sia Nada, una ragazza facile, nelle cui mani, come pegno d’amore, Cecè ha depositato delle cambiali. La regia è Mario Lubino con Alfredo Ruscitto, Aldo Milia, Bianca Maria Lay. Le tre serate saranno aperte dal Collettivo Letterario Clip Informale.

Prenotazioni 349/1926011 – teatrosassari@tiscali.it.

Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21 tranne la replica domenicale che inizierà alle 19. Info e prenotazioni 079200267-3491926011.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio