A Sassari la Giornata dell’Albero

A Sant’Orsola, nello spazio verde tra via Cordella e via Cesaraccio, sono state messe a dimora le piante per i nati nel 2013. Inaugurati i parchi Unoperdieci 2014 ed Erasmus

 

 

GiornataAlbero4Sassari. È stata rinnovata anche quest’anno la Giornata dell’Albero che a Sassari vede ormai da cinque anni la messa a dimora di nuove piante in un’area dedicata in città. In particolare, vengono dedicate ai bambini nati nell’anno precedente, un albero ogni 10, per un totale di 88 piante. Lo spazio finora incolto tra via Cordella e via Cesaraccio, a Sant’Orsola, ha accolto venerdì pomeriggio la cerimonia di battesimo del parco Unoperdieci 2014. Per questa edizione della Giornata dell’Albero è stato inaugurato anche il parco Erasmus, con 70 alberelli dedicati agli studenti universitari stranieri che hanno aderito al progetto.

GiornataAlbero3In particolare, nel 2013 sono stati 869 i bambini nati in città. Ogni alberello è dedicato a dieci di loro, distribuiti in rigoroso ordine alfabetico ed i cui nomi di battesimo sono una testimonianza concreta della composizione attuale della società sassarese. Tanti i nomi stranieri, soprattutto cinesi e musulmana. «Dal 2010, da quando cioè il Comune aderisce alla manifestazione – ha detto l’assessore alle Politiche ambientali Gianni Carbini – sono circa 5000 i bambini nati in città». Questo significa che sono state messe a dimora oltre 500 piante. I conti sono presto fatti: nel 2010 106 hanno arricchito l’area incolta di via Gennargentu, nel quartiere di Latte Dolce; nel 2011 103 in via Cesaraccio a Sant’Orsola; nel 2012 altri 102 nel quartiere di Latte Dolce nello spazio verde di via Kennedy e lo scorso anno sono stati piantati 97 alberi nell’area verde di piazza Cominotti a Li Punti. GiornataAlbero2L’assessore Carbini, assieme all’assessora alle Politiche giovanili Maria Francesca Fantato, ha quindi piantato un “alberello dei nuovi nati”, dedicato alle bambine e bambini sassaresi.

Il sindaco Nicola Sanna ha invece piantato una tamerice nel parco dedicato ai giovani studenti Erasmus, realizzando così la richiesta dell’associazione Erasmus students Network (Esn) di Sassari. «Per la prima volta stiamo piantando alberi che dedichiamo agli studenti partecipanti al progetto che – ha detto il primo cittadino – ogni anno fa arrivare in città tanti giovani da tutta Europa per frequentare le lezioni all’Ateneo turritano. In 28 anni di programma Erasmus da questi studenti, che si sono conosciuti e innamorati, sono nati un milione di bambini europei. Un programma che fa nascere cittadini europei che mettono radici».

Durante la manifestazione, grazie alla collaborazione con la sezione sassarese di “Plant for the planet” è stato messo a dimora anche un albero che porta il cartellino dell’associazione internazionale.

 

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio