Martedì a Sassari interruzione Enas negli impianti di potabilizzazione

Interessati anche Porto Torres, Stintino, Tergu e Castelsardo. Attivati i collegamenti secondari dal Cuga per limitare le interruzioni all’utenza

Sassari. L’Enas, Ente acque della Sardegna, ha comunicato che martedì 28 novembre dovrà eseguire un ulteriore intervento lungo l’acquedotto Coghinas 2 che rifornisce di acqua grezza i potabilizzatori Abbanoa di Truncu Reale a Sassari e di Castelsardo. I lavori, che riguarderanno il tratto in località Terra Bianca a Castelsardo, comporteranno il blocco del rifornimento di acqua grezza negli impianti di Abbanoa e di conseguenza si verificherà una diminuzione della produzione di acqua potabile. Sarà applicato il protocollo operativo stabilito dall’assessorato regionale ai Lavori pubblici e sottoscritto da Enas, Consorzio di Bonifica della Nurra ed Abbanoa che consente di limitare le interruzioni rispetto a quanto avveniva in passato: saranno, infatti, sfruttati dei collegamenti secondari che consentiranno di compensare parzialmente l’interruzione dal Coghinas tramite l’approvvigionamento dall’invaso del Cuga.

Enas ha stimato una durata di 36 ore (dalle 7 della mattina di martedì fino alle 19 del giorno successivo). Per far fronte a questa nuova sospensione Abbanoa ha approntato, come di consueto, un piano di distribuzione che tiene conto delle scorte nei serbatoi e dei tempi di recupero necessari a ripristinare i livelli quando sarà riavviata la produzione di acqua potabile. Sfruttando la chiusura di Enas, per evitare successive sospensioni, il Gestore unico ha anche programmato un intervento sulla propria condotta al servizio della Nurra di Sassari.

SASSARI. Nessuna interruzione nei quartieri alimentati in via esclusiva da Truncu Reale tramite il serbatoio e la condotta di Monte Oro: Centro Storico, Monte Rosello basso, Sacro Cuore, Latte Dolce, Santa Maria di Pisa, Porcellana e Piandanna.  Nessuna interruzione nei quartieri alimentati dalla condotta a gravità di Monte Fiocca: Li Punti, San Giovanni, Sant’Orsola, Caniga, Ottava, San Quirico, San Giorgio e Predda Niedda. A La Landrigga e Bancali, alimentate dalla condotta della Nurra, l’erogazione sarà garantita dalle scorte accumulate nei serbatoi: eventuali cali di pressione e temporanee interruzioni potrebbero verificarsi tra la serata di martedì e la mattina di mercoledì. Martedì e mercoledì chiusura dell’erogazione dalle 19 alle 5 della mattina successiva nelle zone servite dal serbatoio di Via Milano, alimentato dal potabilizzatore del Bidighinzu con integrazione da Truncu Reale tramite il sollevamento di Ponte Rosello: Lu Fangazzu, San Paolo, San Giuseppe, Monserrato, Tingari, Monte Rosello medio, Sassari 2, Badde Pedrosa, Monte Furru Valle Gardona e Gioscari.

Martedì e mercoledì chiusura dell’erogazione dalle 20 alle 5 della mattina successiva nelle zone rifornite dal Serbatoio Quota 300 di Serra Secca, alimentato solo parzialmente da Truncu Reale: Luna e Sole, Prunizzedda e Monte Rosello Alto e Carbonazzi. In base alla possibilità di aumentare l’integrazione della fornitura dall’acquedotto Bidinighinzu, sarà possibile aumentare le ore di erogazione.

PORTO TORRES. L’erogazione idrica sarà garantita dalle scorte accumulate nei serbatoi e dall’integrazione garantita dai pozzi locali di Li Pidriazzi.

CASTELSARDO. È l’unico centro che non può contare su integrazioni o collegamenti secondari. La chiusura dell’erogazione dipende esclusivamente dai tempi di Enas: dalle 7 di martedì alle 23 di mercoledì.

TERGU. Chiusura dell’erogazione dalle 20 di martedì alle 23 di mercoledì.

Verranno intrapresi tutti gli accorgimenti necessari a limitare i disservizi. Qualsiasi anomalia potrà essere segnalata al servizio di segnalazione guasti di Abbanoa tramite il numero verde 800.022.040 attivo 24 ore su 24. Abbanoa segnala che alla ripresa dell’erogazione l’acqua potrebbe essere transitoriamente torbida a causa dello svuotamento e successivo riempimento delle tubazioni.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Pulsante per tornare all'inizio