La Sardegna di Thomas Ashby, fotografie 1906-1912

Sarà presentato martedì 2 dicembre al Teatro Civico di Sassari il volume edito da Carlo Delfino, e curato da Giuseppina Manca di Mores. Nel foyer sarà esposta una selezione delle fotografie

 

 

ThomasAshbySassari. Martedì 2 dicembre alle 18 al Teatro Civico di Sassari verrà presentato il volume “LA SARDEGNA DI THOMAS ASHBY – Fotografie 1906-1912. Paesaggi, Archeologia, Comunità”, edito da Carlo Delfino, curato da Giuseppina Manca di Mores e con testi di numerosi autori. L’iniziativa editoriale è stata possibile grazie al sostegno di Banca di Sassari, che ha individuato nello spirito dell’opera una forte affinità con la propria mission, costantemente rivolta alla riscoperta e alla tutela del patrimonio culturale isolano. Thomas Ashby è stato un eclettico studioso inglese e direttore della British School at Rome che tra il 1906 e il 1912 viaggiò per la Sardegna sulle tracce del passato archeologico dell’Isola. Fotografò tutti i tesori incontrati nel corso delle sue ricerche, i monumenti preistorici che aveva cercato, ma anche uomini, tradizioni, costumi, ambienti che inaspettatamente lo avevano colpito. Lo straordinario reportage realizzato dal protagonista del volume e una mostra in calendario dall’11 dicembre al Museo Nazionale G.A. Sanna di Sassari Padiglione Clemente, alternano dunque le immagini di paesaggi, archeologia e tradizione più antichi a ritratti e scene di vita quotidiana appartenenti al passato filtrati attraverso l’occhio “straniero” del fotografo. Un repertorio affascinante che non ha solo il valore della testimonianza storica, ma anche una valenza simbolica importante per noi Sardi. Ci ricorda infatti che siamo unici, ma non soli, che la nostra identità ha valore anche per come sa entrare in relazione con l’altro.

Proprio questo aspetto è messo a fuoco nell’introduzione al volume firmata da Banca di Sassari, che definisce il volume “un’istanza di reciprocità (…) un’apertura di credito che ci invita a guardare oltre i nostri confini ad aprirci al mondo forti di una rinnovata auto consapevolezza”. La Banca di Sassari ha voluto ancora una volta promuovere tale autoconsapevolezza, rinnovando l’attività di promozione culturale isolana perseguita in questi anni attraverso il marchio Conosciamoci Meglio. Dalle immagini di Thomas Ashby, così lontane, eppure così vive, traspare la vitalità della Sardegna presente: un presente di cento anni fa, che però riesce a parlarci come se fosse oggi. E ci aiuta a conoscerci meglio e a guardare al futuro.

La presentazione si svolgerà martedì 2 dicembre 2014 al Teatro Civico di Sassari alle ore 18. Interverranno la curatrice della mostra e del catalogo Giuseppina Manca di Mores, Gabriella Gasperetti Direttrice del Museo G.A. Sanna e l’editore Carlo Delfino. Coordinerà i lavori il giornalista Costantino Cossu della Nuova Sardegna.

Nel foyer del teatro sarà esposta in anteprima una selezione delle fotografie – di proprietà della British School at Rome che le ha custodite per oltre cento anni – che saranno in mostra al Museo Nazionale di Sassari.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio