I giovani allievi del Canopoleno riscoprono la cultura del territorio

Guidati dal presidente dell'associazione Badde Lontana, Antonio Strinna, hanno visitato San Lorenzo nella valle dei mulini, poco distante da Osilo

Sassari. Trovare il contatto giusto con la natura, recuperare i valori del passato e soprattutto conoscere la storia che ha caratterizzato e caratterizza il nostro territorio. Con questi obiettivi i ragazzi delle tre prime medie del Convitto Nazionale Canopoleno, guidati dal presidente dell’associazione Badde Lontana, Antonio Strinna, hanno effettuato una visita a San Lorenzo nella valle dei mulini, poco distante da Osilo. I giovani studenti hanno potuto apprezzare il torrente, e poi il Mulino, dove invece, hanno ascoltato il suo racconto e fabbricato favole, celebrando l’“adozione” formale del Mulino comunale stesso.

«È stato un momento di grande impatto per i nostri ragazzi che non conoscevano questa realtà – ha detto il rettore del Canopoleno, Stefano Manca – e ne sono rimasti affascinati. È stata un’occasione per conoscere più a fondo la storia e le tradizioni del nostro territorio e di sicuro un’esperienza unica». Cultura sì, ma anche musica – grazie agli interventi di Graziano Dore – e tradizioni locali con il laboratorio del gusto e apprezzato i prodotti primari e secondari di Agri-cultura. Per una giornata che si è chiusa con la visita nell’azienda zootecnica di Truvineddu, guidata da Gavino Pulina.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio