Cap d’Any, ad Alghero il 31 dicembre concerto di Ligabue

Si balla sul mondo. Anna e Tedua (29 dicembre) e Voglio tornare agli Anni '90 (30 dicembre)

Alghero. Tedua il 29 dicembre, anticipato sul palco da Anna: un doppio concerto per un’unica serata; Voglio tornare negli Anni 90 (30 dicembre) e il rocker di Correggio Luciano Ligabue (31 dicembre), per la prima volta in assoluto a Capodanno. Questi i magici protagonisti del Cap d’Any 2023-2024, che dopo lo straordinario successo degli anni passati riconferma un mese intero di eventi e musica, e ripropone il grande palco che si affaccia sul porto turistico in Piazzale della Pace, con tre giornate tutte da vivere e brindare. Il Capodanno di Sardegna “si fa in tre” e propone un lunghissimo weekend di musica per tutte le generazioni. Il 31 dicembre un ospite d’eccezione Luciano Ligabue, che con una carriera ultra-trentennale e un nuovo disco di inediti all’attivo “Dedicato a Noi”, farà “urlare contro il cielo” il pubblico di Alghero nella notte più attesa dell’anno. Il 29 dicembre, Tedua, consacrato come l’artista più amato dalle nuove generazioni, con un triplo disco di platino all’attivo “La Divina Commedia” porterà sul palco tutta la sua energia live. Anna, volto femminile fra i più amati della scena, lo anticipa sul palco la stessa sera. Inoltre, con la migliore dance anni 90 che quest’estate ha fatto ballare migliaia di persone anche in Riviera del Corallo, Alghero, ancora una volta, anticipa tutti e annuncia un Capodanno in grande stile con gli idoli di intere generazioni a scaldare le notti di festa. Il programma completo degli eventi, che racchiude un mese e più di spettacoli e manifestazioni, sarà presentato ufficialmente in conferenza stampa il prossimo sabato 11 novembre.

«Alghero si conferma capitale del Capodanno in Sardegna, un appuntamento importante per la città che si riprende la ribalta nazionale che contribuirà a fare girare l’economia, sostenendo le aziende del territorio». Parole del sindaco Mario Conoci che plaude l’impegno dell’Amministrazione, della Fondazione Alghero e dei promoter.

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio