Campus universitario, conclusa l’ultima fase della procedura di gara

L’Ersu di Sassari rende noti i punteggi. Compilata una graduatoria provvisoria. Al primo posto l’area di Piandanna. Sarà comunque necessaria una variante urbanistica

 

 

SedeErsuSassari
La sede della direzione dell’Ersu di Sassari

Sassari. Si è conclusa ieri pomeriggio nella sede Ersu di via Coppino 18 in seduta pubblica l’ultima fase della procedura di gara relativa al bando, pubblicato dall’Ersu in data 13 giugno 2014, per l’acquisizione dell’area da destinare alla realizzazione di un campus universitario. Il procedimento è stato espletato dalla commissione tecnica presieduta dal direttore generale dell’Ersu Maria Assunta Serra e composta da: Emanuela Abis, docente universitaria con competenze in urbanistica, Antonio Zara, dirigente della Provincia di Sassari esperto in opere pubbliche, Ivana Falco, funzionario dell’assessorato ai lavori pubblici della regione esperta in gare d’appalto. Si ricorda che la commissione è stata nominata appositamente per valutare la congruità delle offerte nel rispetto dei parametri ministeriali e del progetto campus approvato dal CIPE nel 2011.

Nel corso della seduta pubblica sono stati resi noti i punteggi attribuiti alle offerte tecniche di ciascun concorrente ammesso e sono state aperte le buste contenenti l’offerta economica. È stata compilata dunque dalla commissione una graduatoria provvisoria realizzata in base alla comparazione, per ogni offerta ammessa, del punteggio relativo all’offerta tecnica ed economica.

Secondo la tabella di valutazione compilata dalla commissione si posiziona:

al primo posto il concorrente Guido Clemente (punteggio pari a 64 per l’offerta tecnica e 10, 53 per l’offerta economica per un complessivo di 74,53). Guido Clemente offre un terreno collocato in località Piandanna, tra la casa di riposo San Nicola e l’agenzia delle Entrate L’offerta economica è pari ad 1.600.000 euro per ettaro.

Al secondo posto si colloca l’offerta della Tema SPA e dell’ing Gavino Sechi (punteggio di 46,5 per l’offerta tecnica e di 19,59 per l’offerta economica per un totale di 66,09). Il terreno in questione sito in località “orti di lu paradisu” (bretella fra Latte dolce e viale Porto Torres è stato offerto a 860.000 euro per ettaro (terreno agricolo).

Al terzo posto si posiziona un terreno offerto dall’Università di Sassari (punteggio tecnico 35, punteggio offerta economica 30 per un totale 65,50 ). Il terreno offerto per 561.440,28 euro per ettaro si trova in regione san Lorenzo di fronte all’orto botanico.

Al quarto posto troviamo la C.I.S.M srl (punteggio tecnico 47, punteggio offerta economica 9,41 per un totale di 56,41) Il terreno si trova in località Giagamanna (vecchia strada per Alghero) l’offerta economica è pari a 1.790.000 euro per ettaro.

Infine al quinto posto si colloca l’offerta dell’Immobiliare San Giacomo che propone un terreno sito in via Budapest (punteggio offerta tecnica 32,5, punteggio offerta economica 3,74 per un totale di 36,24) offerto a 4.500.000 euro per ettaro.

La commissione ha rilevato su ogni area diverse criticità, una comune a tutte è certamente legata al fatto che nessuno dei terreni inseriti nella graduatoria è immediatamente edificabile, tutti hanno dunque necessità di una variante urbanistica. Sarà a questo punto indispensabile un accordo di programma con Comune, Regione e Università per verificare la fattibilità dell’intervento.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio