Bagella presenta la nuova collezione dedicata alle Janas

È firmata da Paolo Curreli e comprende foulard disegnati ispirandosi alle antiche fate sarde

Sassari. Giovedì 19 ottobre alle 20 nella bottega storica Bagella, in corso Vittorio Emanuele 20 a Sassari, sarà presentata la nuova collezione di foulard disegnata da Paolo Curreli e ispirata alle Janas, le fate sarde. «Nel loro nome echeggia Diana – scrive Curreli nella presentazione del nuovo progetto – la dea lunare vergine sacra, Afrodite dea dell’amore e della guerra che arriva dal lontano oriente. Il Dio unico ha scacciato le divinità antiche nel profondo dei boschi, tra le rovine di antichi castelli, vicino alle fonti e, naturalmente, nelle antichissime sepolture del neolitico: le Domus de Janas. Per i sardi, sono fate che custodiscono tesori difficili da raggiungere, illudono gli uomini che raramente riescono a impossessarsi delle loro ricchezze. È più facile, invece, che i mortali siano vittime dei loro dispetti. Sono vestite d’oro, bellissime ma con le pupille triangolari come le capre. Le ho volute disegnare però nella veste meno terrifica, quella delle tessitrici magiche, avvolte nel loro filo infinito». Nel corso della serata Curreli racconterà l’evoluzione del progetto attraverso i bozzetti di studio.

I foulard della collezione Bagella sono stati esposti recentemente al Padiglione Tavolara durante la mostra “Faccio con la Mente Penso con le Mani”. Diventati ormai ricercati accessori di tendenza, portano per questa nuova edizione anche la firma di altri disegnatori quali Gianfranco Setzu e Monica Casu affermati designer che basano la loro attività tra Londra, Milano e la Sardegna.

La serata del 19 ottobre sarà animata dalla performance del noto launeddista Stefano Pinna, musicista di talento esibitosi recentemente a New York, Norvegia, Austria e Russia.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio