A Baratili San Pietro il primo Festival della Vernaccia

Grande pubblico all’evento promosso dal Comune in collaborazione con Gal Sinia, Eco Museo e Consorzio della Vernaccia e Ass. Enti Locali Attività Culturali

Sabato 15 giugno Baratili San Pietro ha ospitato il primo Festival della Vernaccia, un evento promosso dal Comune di Baratili San Pietro in collaborazione con il GAL Sinis, l’Eco Museo della Vernaccia di Oristano, il consorzio della Vernaccia e l’organizzazione dell’Associazione Enti Locali per le Attività Culturali e dello Spettacolo. «Il messaggio è semplice ma complesso allo stesso tempo – afferma ad evento ormai concluso Alberto Pippia, sindaco di Baratili San Pietro –. Degustando la Vernaccia i turisti e i visitatori non stanno solo sorseggiando un Vino, per quanto meravigliosamente unico, ma stanno intraprendendo un viaggio millenario alla scoperta di un territorio eccezionalmente ricco di Storia, tradizioni e cultura. Un viaggio nella bellezza».

Il sindaco ha inoltre sottolineato l’importanza della collaborazione tra aziende, piccoli produttori, enti locali e altre realtà del territorio. «Come Pubblica Amministrazione crediamo che solo attraverso una sinergia tra tutte le risorse del territorio possa svilupparsi un percorso di crescita condivisa», ha aggiunto Pippia, evidenziando il fondamentale ruolo del Gal Sinis nel promuovere altre eccellenze locali come la Bottarga di Cabras, l’olio di Riola e l’artigianato di San Vero.

L’evento è iniziato alle 17,30 nei locali dell’Ex Cantina Madau con il convegno “Da sa terra a sa Tassa: la Vernaccia dalla terra al bicchiere”, con esperti del settore che hanno approfondito la conoscenza della vernaccia dalle sue origini alla degustazione. Alle 19, sempre nell’area dell’Ex Cantina Madau, è stato inaugurato un murale realizzato dall’artista Nicholas Bembo, destinato a diventare un simbolo artistico del paese.

La festa è proseguita alle 19,30, quando la centrale via Roma si è trasformata in un vivace mercato all’aperto, dove i visitatori hanno potuto scoprire e degustare i prodotti locali, accompagnati dalle note del concerto itinerante della Peter’s Day Street Band. Un momento speciale è stato lo showcooking curato dalla chef Alessandra Noi e dalla giornalista Giulia Salis, che hanno preparato piatti combinando tradizione e creatività culinaria.

La serata si è conclusa alle 21,30 con il concerto dei FantaFolk in piazza dei Balli, che ha saputo conquistare il pubblico e chiudere la giornata con allegria e divertimento.

«Nel nostro evento abbiamo inteso coniugare le degustazioni con la presenza di artisti legati alla tradizione musicale sarda, ma, come per la promozione del vino, abbiamo pensato di farlo investendo del compito artisti capaci di rivisitare in chiave moderna le tipicità e le peculiarità della nostra tradizione musicale ed artistica – conclude il sindaco Pippia –. Anche nella realizzazione dei murales, attraverso il progetto Verniccia, abbiamo lasciato campo libero agli artisti affinché si sentissero liberi di interpretare la vernaccia, e il suo legame con Baratili e il territorio, secondo la loro visione ed il loro estro e di conseguenza restituissero attraverso le immagini sensazioni ed emozioni uniche e differenti, certamente non facili da interpretare a primo impatto, ma che lasciano il segno nell’osservatore attento. Con lo stesso spirito abbiamo intrapreso, attraverso la partecipazione di chef e giornalisti di settore, un percorso di riscoperta e valorizzazione della Vernaccia anche dal punto di vista gastronomico».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Pulsante per tornare all'inizio